Heather Parisi: “Lorella Cuccarini? Forse è sempre stata omofoba ma lo nascondeva”

31/07/2020 di Valentina Gambino

Sappiamo bene quanto tra Lorella Cuccarini ed Heather Parisi non corra buon sangue. Ultimamente la ballerina americana ha contestato nuovamente l’ex conduttrice de La Vita In Diretta per un “like” di troppo su Twitter in merito alla legge contro l’omofobia. In queste ore, la Parisi ha espresso ancora il suo punto di vista sul suo blog.

Heather Parisi: “Lorella Cuccarini? Forse sempre omofoba e lo nascondeva”

Non riesco a capire il percorso di Lorella Cuccarini, come può essere arrivata a condividere questo pensiero? Eppure ai gay deve molto, l’hanno osannata, sono stati i suoi fans più fedeli. Lavora in un ambiente dove ce ne sono tantissimi, ha avuto partner lavorativi dichiaratamente gay. Forse è sempre stata omofoba e lo nascondeva.

La contrarietà al ddl Zan contro la omotransofobia te la puoi aspettare dal mondo cattolico e dal Family Day. Ma da un personaggio che con il mondo gay ha ‘flirtato’, ‘ha campato’, ci ha lavorato e ci lavora, e al quale deve una parte importante del proprio successo, proprio no.

Nel novembre 2019, Pippo Baudo ospite della trasmissione di Piero Chiambretti, CR4 – La Repubblica delle Donne, ha cercato di mettere pace tra le due:

Non lo capisco, sinceramente e io non comprendo. Sono due mie creature e voglio bene ad entrambe alla stessa maniera. Io mi auguro che facciano pace, che si capiscano, che si comprendano. Loro sono delle mamme entrambe e diventeranno nonne quanto prima…Abbracciamoci!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Il record di Hong Kong è stato da primato fino all’inizio di Giugno. Sia chiaro, ancor oggi i numeri, se paragonati a moltissimi altri paesi, sono ottimi. Dall’inizio dell’epidemia si contano 22 decessi e 3000 casi. Ma qualcosa da Giugno è cambiato e ha obbligato le autorità ad adottare provvedimenti ai quali non eravamo abituati. Palestre, club privati, cinema, piscine pubbliche e parchi sono chiusi. I ristoranti possono solo servire cibo da asporto. La gente si chiede come sia possibile, visto che tutti indistintamente indossiamo le maschere da Gennaio, rispettiamo le regole sul Social Distancing e dimostriamo un gran senso civico. Allora, cosa è successo? Poi si scopre che le regole, per alcuni, valgono meno che per altri. Negli ultimi 4 mesi alcuni “privilegiati” sono stati esentati dall’obbligo di quarantena e del test di controllo. Si tratta degli equipaggi delle navi, di quelli degli aerei, degli autisti dei camion in arrivo dalla Cina, dei General Manager e dei funzionari di importanti società quotate in borsa e non, e di tutti coloro che hanno ricevuto l’esenzione dal governo per motivi imprecisati. Il totale è di 250.000 persone! Nel mondo c’è solo un’uguaglianza di diritto, mai di fatto. H* 🤬 P. S. Il governo di HK ha fatto marcia indietro suila chiusura dei ristoranti che, a partire da Venerdì, saranno aperti fino alle 18. #heatherparisi #umberto #hklife #Covid19 #coronavirus #HongKong #CoronavirusOutbreak #amolamiavita

Un post condiviso da Heather Parisi 😷 (@heather__parisi) in data:

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI