Guenda Goria scopre il significato di Tea Bag: “Ho paura che mamma possa crollare”

17/12/2020 di Valentina Gambino

Guenda Goria scopre il significato di Tea Bag e si preoccupa per la reazione di Maria Teresa Ruta

Dopo avere espresso il suo preciso punto di vista intervistata da FanPage, Guenda Goria si è lasciata intervistare da Gabriele Parpiglia, in diretta sull’account Instagram di Chi Magazine. La figlia di Maria Teresa Ruta ha svelato cosa pensa delle agghiaccianti frasi utilizzate da Filippo Nardi nei confronti di mamma Maria Teresa Ruta, attualmente dentro la Casa del Grande Fratello Vip.

Guenda Goria scopre il significato di Tea Bag: “Ho paura che mamma possa crollare”

Mi sarei aspettata una presa di posizione dai nostri altri compagni di viaggio – esordisce Guenda Goria che hanno condiviso tre mesi insieme alla mamma un po’ più forte questo lo devo ammettere. Senza condannare nessuno a volte anche il silenzio ha un peso”.

La ex concorrente del GF Vip ha svelato anche come hanno preso le parole di Nardi il padre Amedeo Goria e il fratello minore Gian Amedeo:

Siamo tutti molto dispiaciuti. Parliamo di un linguaggio al limite della pornografia nei confronti di una donna. Al limite del sessismo, di un’immagine della sessualità di dominio maschile sul femminile parliamo di atti non consenzienti, sono frasi di una gravità inaudita. Io sono arrabbiatissima da donna mi sento umiliata per mia mamma perché è stata trattata in una maniera ignobile, sono senza parole. Tra l’altro mia madre stava dormendo.

La figlia di Maria Teresa Ruta, ha confidato di essere andata su internet per comprendere il significato di Tea Bag che non conosceva prima:

Io sono andata su Wikipedia. Alcune cose non so neanche cosa sono, mia madre farebbe lo stesso, non so come gli sia venuto in mente. Sono parole dette con leggerezza e senza consapevolezza. Un uomo adulto che è anche un papà tra l’altro dice certe cose nei confronti di una mamma. Io in generale anche nella casa mi sono sempre espressa contro il sessismo perché ritengo che cambiare linguaggio sia indispensabile per cambiare la realtà o almeno migliorarla.

Penso che le battaglie delle donne per la parità dei diritti sia fondamentale e non se ne parla abbastanza. Non dobbiamo permettere agli uomini di parlare di noi in questo modo e dobbiamo avere accanto a noi uomini che cominciano ad risentirsi davvero di fronte ad alcune affermazioni. Dobbiamo ribellarci a gran voce. Specialmente in un momento storico come questo dobbiamo iniziare a cambiare il linguaggio.

Guenda spera che vengano presi provvedimenti contro Filippo Nardi:

Ho chiamato immediatamente gli autori, sono pronta per qualsiasi confronto. Confido nel fatto che vengano presi provvedimenti: domani mi aspetto una squalifica, una presa di posizione importante. Penso che questa può essere un’occasione per condannare in maniera forte il sessismo perché il Grande Fratello Vip è un programma che parla in maniera diretta a milioni di telespettatori. Ha un eco enorme e quello che è successo mi sconvolge, sono due notti che non dormo e sono isterica.

La figlia di Maria Teresa Ruta ha anche pensato a come potrebbe prenderla la mamma:

Soffro al solo pensiero. Mamma poi è una persona che non gioca mai sulla sessualità. È all’antica, molto dignitosa, per lei è inconcepibile tutto questo. Penso che non sappia neanche il significato di tutto quello, da figlia la vorrei proteggere perché so che si sentirà avvilita. Ho paura che non reagirà con la rabbia ma con il dolore e questo mi farà molto male perché si sentirà svilita nella sua intimità e nel suo essere donna, il mio stato d’animo è di grande dispiacere. Temo seriamente un crollo e questo mi preoccupa. Da figlia mi verrebbe da dire che non vorrei le dicessero tutto. La vedo fragile, mi auguro una squalifica di Filippo Nardi assolutamente senza appello e una presa di posizione importante del Grande Fratello Vip.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI