Diletta Leotta e Daniele Scardina toccata e fuga in Italia: amore fa fare follie

24/12/2019 di Valentina Gambino

Diletta Leotta e Daniele Scardina

Diletta Leotta e Daniele Scardina non hanno resistito alla distanza nemmeno un mese. A fine novembre, dopo aver trascorso insieme una vacanza d’amore alle Maldive, il pugile di Rozzano era ripartito per Miami, “con il groppo in gola”, come lui stesso aveva ammesso in un’ intervista a cuore aperto con La Gazzetta dello Sport.

Diletta Leotta e Daniele Scardina toccata e fuga in Italia: l’amore prima di tutto

“È dura non vedere per un po’ i miei nonni, mio fratello, il mio nipotino di due anni, mia mamma. E la mia donna…”, ha confidato Daniele Scardina. Quella donna di cui parla è Diletta Leotta, la conduttrice più sensuale della televisione, ed è lei il motivo principale per cui pochi giorni fa King Toretto è salito su un aereo che dalla Florida l’ha riportato qui in Italia.

Una toccata e fuga più che una vera vacanza, perché a fine febbraio dovrà tornare per un nuovo incontro di boxe per difendere il titolo internazionale Ibf supermedi, ed è a Miami che ha la sua palestra, il suo allenatore e la dimensione ideale per rimanere concentrato sull’obiettivo.

Ma l’amore fa fare follie e per due innamorati come Diletta e Daniele anche poche ore insieme valgono un’eternità. Da quando lui è atterrato in Italia, domenica mattina, di quell’eternità si stanno godendo ogni ista-te, tra casa di lei e il ristorante di Basiglio, vicino a Rozzano, che è diventato un po’ il loro punto di riferimento per cenare in intimità così come documentato tra le pagine del nuovo numero di Chi in edicola.

“Abbiamo iniziato piano questa storia, stando attenti a non enfatizzarla, ma ora è diventata importante, inutile negarlo”, ha detto Daniele Scardina: “Ha riempito il senso di vuoto che avevo dentro”.

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI