Barbara d’Urso, zampe dei cani lavate con la candeggina? Arrivano i chiarimenti

30/03/2020 di Valentina Gambino

Barbara d'Urso, zampe dei cani lavate con la candeggina? Arrivano i chiarimenti

Barbara d’Urso è immediatamente scesa in campo per chiarire il suo punto di vista sul veterinario che aveva parlato di zampette dei cani da lavare con la candeggina durante una scorsa puntata di Pomeriggio 5 (cliccate qui). La nostra Carmelita, ha fatto delle precisazioni per spazzare via tutti i dubbi sorti dopo le parole del dottore.

Barbara d’Urso, zampe dei cani lavate con la candeggina? Arrivano i chiarimenti

Cani e animali non me li devono toccare altrimenti parto con la spada sguainata. La settimana scorsa qui a Pomeriggio 5 abbiamo parlato di cani. Tutti quanti noi qui difendiamo i cani… Abbiamo fatto una pagina molto bella e c’è stato in collegamento con noi un veterinario molto conosciuto e che ha uno studio a Milano, ed è iscritto all’ordine. Un vero esperto.

Che cosa è accaduto dopo questa pagina? Moltissime persone e siti hanno ripreso la notizia in modo particolare. Io comprendo che scrivendo ‘la d’Urso è brutta e cattiva’ più click si hanno. Insomma la notizia era che la d’Urso vuole uccidere i cani, non gli vuole bene, li vuole sterminare con la candeggina…

Lui ha testualmente detto: ‘Bisogna passare una pezzolina con una soluzione a base di clorexidina o anche a base di candeggina molto diluita’. Questo è ciò che ha detto il veterinario e non io che non sono un’esperta. E da ciò è successo quello che è successo. Persone che non parlano mai e anche abbastanza sconosciute che pur di metterci la faccia hanno detto che io volevo uccidere i cani.

La candeggina può essere usata con due cucchiaini se diluita in un litro di acqua.

Spazio anche per l’intervento di Marco Meloni, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Medici Veterinari Italiani per chiarire quanta dichiarato dal veterinario Enrico Zibellini:

Il collega faceva riferimento a una diluizione della candeggina. Il messaggio che voleva portare ai proprietari degli animali  è che il cloro è molto attivo nei confronti dei virus. Ovviamente il cloro è una sostanza irritante e deve essere utilizzata a particolari diluizioni. Ad esempio, sui polpastrelli dei cani si possono impiegare prodotti come Amuchina spray, che ha una concentrazione dello 0,05% . Questo vorrebbe dire che due cucchiaini di candeggina in un litro d’acqua, danno la stessa concentrazione di cloro presente nell’Amuchina. Quindi il collega ha detto una cosa giusta, si è solo dimenticato di dire la diluizione.

C’è chi dice “no” alla candeggina

Nel frattempo, sia L’Ente Nazionale Protezione Animali (intervistata dal Corriere della Sera (clicca qui) che Luca Robutti, presidente dell’ordine dei Medici Veterinari della provincia di Savona raggiunto da La Stampa (cliccate qui) hanno detto “no” alla candeggina.

Quindi, l’argomento, si presenta controverso.

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI