Voyager – Ai confini della conoscenza, la terza puntata stasera 26 dicembre: la città di Bologna

26/12/2014 di Vincenzo Faraone

Nuova puntata, nella prima serata di venerdì di RaiDue, all’insegna della miniserie invernale del programma Voyager – Ai confini della conoscenza, condotto come da tradizione da Roberto Giacobbo a partire dalle ore 21:10 circa. Questa settimana, nell’ambito della terza puntata del 26 dicembre 2014 ci porterà alla scoperta di Bologna, dei suoi sotterranei, nei canali e nei quartieri romani che fino a poco tempo fa facevano invidia a Venezia. Ecco le anticipazioni della nuova puntata e del viaggio all’insegna di Bologna.

Nel corso della terza puntata di Voyager andremo alla scoperta delle due torri più celebri di Bologna: La Asinelli e la Garisenda. Dopo molti anni grazie ad un permesso speciale Voyager avrà le chiavi per poter accedere alla seconda torre e renderla nota al pubblico di RaiDue. La trasmissione entrerà poi a Santo Stefano, una chiesa distrutta da un papa perché si diceva vi fosse conservato il corpo dell’apostolo Pietro e voluta da un santo per custodire una benda appartenuta, forse, a Maria.

Voyager prosegue all’insegna di nuove scoperte: dall’università più antica del mondo, sarà raccontata la storia del primo chirurgo estetico, l’uomo che già nel Cinquecento rifaceva i nasi alla perfezione. È vero che Mozart, il genio della musica per antonomasia, ha imbrogliato per prendere il diploma in quella che al suo tempo era fra le accademie più prestigiose d’Europa, la Filarmonica di Bologna? Perché del suo compito d’esame esistono tre versioni? Verrà inoltre mostrato il più antico e completo rotolo della Torah, i primi 5 libri dell’Antico Testamento, finora ritrovato. E infine Ayrton Senna, il grande pilota brasiliano, scomparso 20 anni fa proprio a Bologna.

Amante dello sport, mi piace guardarlo e scriverne. Amo il calcio e la F1.

COMMENTI