Serena Enardu e Pago, interviene Elga e svela come sta sua sorella dopo la rottura

24/05/2020 di Valentina Gambino

La rottura tra Serena Enardu e Pago ha fatto discutere notevolmente. Proprio l’ex volto di Uomini e Donne, con un lungo post sfogo condiviso su Instagram, ha raccontato di avere chiuso definitivamente con il musicista (cliccare per credere). Dopo l’intervista tra le pagine del settimanale Chi, sulla questione è intervenuta pure la gemella Elga.

Pago e Serena, Elga Enardu parla della rottura
Pago e Serena, Elga Enardu parla della rottura

Serena e Pago, parla Elga Enardu

Come sta Serena? Lei sta esattamente come la vedete. Quando la vedete sta bene… avrà dei suoi momenti naturalmente di malinconia e di rabbia. Però sta bene, decisamente. Dove si trova Pago? Solo domande su Serena, comunque non lo so… Si vede che per certi aspetti non stavano benissimo.

“È successo qualcosa di troppo grave. Non potrò mai più aver fiducia in lei. Mi sono ritrovato di nuovo vagabondo d’amore, senza casa, senza macchina, senza Serena. Ma va bene così. Saprò ricominciare dalla mia famiglia. Mi ha deluso, mi ha fatto ancora del male”, ha dichiarato Pago intervistato dal Magazine Chi. Parole che hanno costretto Serena Enardu ad intervenire duramente:

Su Instagram ho visto delle cazz*te mondiali. Veramente si ricama sulle vicende in maniera imbarazzante. Però, vabbè, chi se ne frega. Tanto ormai ho capito che o i diretti interessati o chi per loro usano questi mezzucci poco chiari per far credere alle persone chissà che cosa. Non è successo proprio niente, ragazzi! C’è chi ha bisogno di questi mezzucci per vendere chissà cosa e chissà quando…

Ad inizio articolo troverete il VIDEO con lo sfogo di Serena.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Oggi, giornata di forti emozioni ! La tua ?

Un post condiviso da (@elga_enardu) in data:

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI