Rubicon: una nuova avvincente serie dal 28 Ottobre su JOI

27/10/2010 di Caterina Cerretani

Dopo The Event in anteprima assoluta approda su JOI la prima stagione di Rubicon, nuova serie televisiva che ha debuttato negli Usa il 1° agosto 2010.

Ispirato ai film di congiura degli anni ’70 come Tutti gli uomini del presidente e I tre giorni del Condor, in cui un personaggio innocente viene trascinato in una cospirazione di rilievo, Rubicon è un moderno thriller cospirativo che parte dalla paranoia collettiva che dopo l’11 settembre tutte le congiure politiche  siano vere.

Il titolo della serie tv fa riferimento al Rubicone, fiume che Giulio Cesare attraversò nel 49 a.C. di ritorno dalla Gallia, scatenando una guerra civile: in senso figurato significa punto di non ritorno, quello che il protagonista del telefilm inevitabilmente dovrà valicare.

Il Rubicone in questione è di fronte a Will Travers (James Badge Dale, “The Pacific”, “The Departed”), un giovane e brillante analista dell’API (American Policy Institute), agenzia federale di New York, con una dolorosa esperienza alle spalle: l’attentato dell’11 settembre gli ha, infatti, portato via moglie e figlia.

Will scopre incidentalmente uno schema nascosto nelle parole crociate di un giornale che mostra al suo capo (e suocero) David Hadas (Peter Gerety). David muore successivamente a causa di un incidente.

Will prende il suo posto e continuando ad indagare sugli strani indizi del cruciverba scopre che potrebbero essere collegati alla morte di David.

La situazione è ancor più complicata e misteriosa di quanto pensasse: l’associazione politica non governativa per cui lavora potrebbe nascondere molto altro ed essere una società segreta ad altissimo livello.

Ad aiutarlo nella scoperta delle cospirazioni in una associazione dove niente è come sembra Will si avvale di un valido team di esperti e dell’aiuto di Ed Bancroft (Roger Robinson), ex analista dell’API, nonché il migliore amico di David, che aiuterà Will a scoprire se la sua morte sia stata davvero un incidente.

Altro personaggio rilevante è Katherine Rhumor (Miranda Richardson), una donna sofisticata, gentile e riservata, vedova di uomo d’affari che si è tolto la vita, la quale dopo l’affiorare delle prove della vita segreta del marito inizia ad indagare e le sue indagini andranno a incontrarsi con quelle di Will.

Tredici episodi per scoprire che non tutte le cospirazioni sono teorie.

Il 28 Ottobre i primi due episodi il numero 13 e il cruciverba dalle 21,00 su Joi.

COMMENTI