AresGate, nuovi tasselli choc: “Rosalinda Cannavò? Corpo maciullato dal dolore”, l’inchiesta di Parpiglia

22/03/2021 di Valentina Gambino

AresGate, Rosalinda Cannavò

L’AresGate continua ad essere uno degli argomenti di conversazione preferiti dei salotti televisivi. La morte/suicidio di Teodosio Losito è ancora avvolta da numerose ombre e, proprio per questo motivo, gli attori Rosalinda Cannavò (ex Adua Del Vesco), Gabriel Garko e Eva Grimaldi (solo per citare coloro che avrebbero maggiormente sofferto questa situazione), si sono pubblicamente esposti alla ricerca della verità.

AresGate, nuovi tasselli choc

Proprio in queste ore, dopo una puntata di Non è l’Arena priva di contraddittorio, Giornalettismo, tramite un approfondito focus del buon Gabriele Parpiglia, racconta altri dettagli inediti da brividi:

Teodosio Losito si è tolto la vita in bagno. Era tutto in ordine: l’accappatoio, gli asciugamani, i pesi. 

Ricordiamo che Teo Losito si è tolto, o si sarebbe tolto, la vita impiccandosi al termosifone. Ma non c’era alcun segno che potesse documentare disordine. L’uomo suicidandosi stava compiendo un gesto contro natura ma dalle tracce rimaste emerge che non si è mai dimenato. Come è possibile? La sopravvivenza ce l’hai, salta fuori: lo dicono in primis i medici che hanno accolto casi di suicidio.

Secondo Parpiglia ci sarebbero altri due tasselli choc:

Altro pezzo del puzzle dell’Ares gate già raccontato che possiamo confermare: dopo il funerale pare che Tarallo avesse deciso per la cremazione del corpo subito, esattamente dopo trentasei ore. Ma in genere la cremazione si fa qualche giorno dopo perché ci sono delle tempistiche da rispettare. Anche questo non torna. 

Infine pare che nel computer personale di Teo Losito non c’era più nulla. Insomma erano spariti i suoi ricordi. Un po’ come successe a Gabriel Garko quando a Sanremo la sua casa esplose e nell’incendio hanno preso fuoco le sue memorie digitali, i Pc, Ipad, tutto insomma. Ancora tanti misteri.

Rosalinda Cannavò “corpo maciullato dal dolore”

E in tutto questo Adua o meglio Rosalinda Cannavò dov’era? Rosalinda, non c’era più. Riappare solo al funerale di Teo e tutti i testimoni possono raccontare la sua magrezza, un corpo maciullato dal dolore, sotto peso, senza sorrisi, senza espressioni. Pare che la sola Eva Grimaldi si sia avvicinata alla ragazza stringendola forte per dirle di contare su di lei e su Garko. Loro per lei c’erano, erano pronti a darle una mano. Ma Rosalinda non era più Rosalinda.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giornalettismo (@giornalettismo)

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI