A Cominciamo Bene Prima, questa mattina ospite Barbara Alberti

03/05/2010 di Patrizia Sergio

A Cominciamo Bene Prima, in onda su Rai Tre, questa mattina Barbara Alberti ha impreziosito il salotto di Pino Strabioli.

Non è stata di certo una banale ospitata con scopo promozionale, considerando il calibro della scrittrice. Infatti, Barbara Alberti non solo ha presentato il proprio ultimo lavoro (Ridateci la Faccia) ma ha intessuto una conversazione garbata e piacevole.
Certo i tempi televisivi, si sa, non lasciano adito ad ampie digressioni ma nonostante ciò i contenuti sono emersi e l’Alberti, in quanto donna di raffinato intelletto, ha offerto singolari spunti di riflessione.

Tema principale è stato quello dell’incedere del tempo ma osservato da un punto di vista estremamente attento e critico. Barbara Alberti ha sottolineato quanto la società odierna, ancora profondamente maschilista, stia andando incontro ad una grottesca mutazione per mezzo del bisturi.
La scrittrice detesta il termine femminismo (in quanto riduttivo), eppure ascoltare le parole di una donna che affronta gli anni con estrema dignità e con una personalità carismatica, costituisce un piacere che raramente la televisione concede e che allo stesso tempo rievoca gli anni in cui le donne erano impegnate a ribadire il proprio essere. Un messaggio anacronistico per molti ma meraviglioso per altri.
Un invito a coltivare la differenza, l’intelletto e l’unicità in quanto ricchezze inconfutabili.

COMMENTI