Pechino Express 2015, Andrea Pinna si racconta: ‘Paola Barale la più simpatica, non pensavo di vincere’

09/11/2015 di Emanuela Longo

Chi lo avrebbe mai detto che ad avere la meglio, nel corso della quarta edizione di Pechino Express 2015, l’adventure game di RaiDue che ha chiuso i battenti la scorsa settimana, a vincere sarebbero stati proprio gli #Antipodi, ovvero Andrea Pinna e Roberto Bertolini? Contro ogni previsione – e con un pizzico di fortuna finale che non guasta mai -, la coppia formata dalla star di Facebook e il suo personal trainer si sono aggiudicati la vittoria. A raccontare su TgCom24 la sua avventura in Sud America è stato proprio Pinna. Ecco quali sono state le sue dichiarazioni sull’esperienza a Pechino Express 2015.

Andrea Pinna, dopo Pechino Express 2015 il racconto della sua avventura tv

A TgCom24, Andrea Pinna, l’irriverente autore del web, ha voluto raccontare la sua avventura nel corso di Pechino Express 2015, terminata con la sua vittoria, in coppia con l’amico Roberto Bertolini. Come la definisce ora? “Esperienza bellissima ma difficilissima. Molto più di quanto pensassi e molto più di quanto si vede in video. Però sono molto felice di come sono riuscito a viverla. Ho superato tanti limiti, ho scoperto di avere delle forze che non immaginavo. Mi sono lavato con l’acqua gelida ho mangiato un topo, mi sono messo a nudo. Insomma, sono meno pappamolle di quello che pensavo”.

Ovviamente, come spesso accade, neppure Pinna si aspettava di vincere (così come molti spettatori del reality di RaiDue): “Anche perché gli Espatriati vincevano tutto, sembrava una vittoria già annunciata. Non pensavo che il tassista li avesse fermati così tanto tempo. Eravamo convinti di essere arrivati secondi”, ha dichiarato. La sua avventura televisiva ha fatto emergere il vero Pinna? “Solo in parte, tendenzialmente sono più spensierato. All’inizio ero spaventatissimo, era la prima volta in tv per me e non è stato facile. Mi lamentavo sempre, ma quello lo faccio tutti i giorni. E’ il mio modo di vivere la vita”, ammette.

Mentre dell’amico e compagno di squadre, Roberto, commenta: “Sta bene, è tornato in palestra. E’ grazie a lui se siamo arrivati fino in fondo perché mi spronava sempre. Io a un certo punto facevo le cose perché altrimenti lui si sarebbe arrabbiato”. Mentre Paola Barale la definisce la più simpatica, Pascal potrebbe essere l’antipatico del gruppo, almeno stando alla sua massima con la quale ha concluso l’intervista: “Vorrei tornare indietro a quando ti ho incontrato per la prima volta e andarmene”.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI