Fabrizio Frizzi, news: “condizioni in miglioramento”, torna L’Eredità con Carlo Conti

30/10/2017 di Emanuela Longo

Come sta Fabrizio Frizzi? E’ trascorsa una settimana esatta da quanto il noto conduttore ha accusato un malore durante la registrazione del programma L’Eredità, a causa di una lieve ischemia. Da allora è ricoverato presso l’ospedale Umberto I di Roma ma non si conoscono informazioni ufficiali sulle sue condizioni di salute, per esplicito volere della famiglia, che ha detto di no a qualunque tipo di esternazione, compresi i bollettini medici. Qualche notizia, però, finora è trapelata non solo dal direttore generale della Rai, Mario Orfeo, che aveva tranquillizzato rivelando un progressivo miglioramento. Ma ecco quali sono le ultime news.

Fabrizio Frizzi, aggiornamenti: torna L’Eredità

Al riserbo della famiglia si sono aggiunte in questi giorni le preoccupazioni dei tanti fan desiderosi di conoscere qualche notizia in più sulle attuali condizioni di salute di Fabrizio Frizzi. A tranquillizzare ulteriormente gli spettatori è stato nei giorni scorsi anche Carlo Conti, amico e collega di Frizzi, durante l’ultima puntata della sua trasmissione del venerdì sera, Tale e Quale Show.

“Poco fa ho parlato al telefono con Fabrizio. Ci sta guardando. Le sue condizioni di salute sono in miglioramento. E’ lucido, cosciente e può parlare al telefono. Fabrizio rimettiti presto e torna davanti alle telecamere”, ha detto Conti in diretta tv durante la sua trasmissione.

A tal proposito, oggi tornerà su RaiUno, nel preserale, la trasmissione L’Eredità, che vedrà proprio Conti alla conduzione, storico volto del quiz game, in attesa di poter presto rivedere Fabrizio Frizzi al timone. L’appuntamento è come sempre subito dopo la nuova puntata de La vita in diretta.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI