The L Word: Generation Q, sequel-spin off dall’11 maggio su Sky Atlantic, cast e streaming

10/05/2020 di Valentina Gambino

The L Word: Generation Q

The L Word: Generation Q – il sequel/spin-off di The L Word, l’innovativa serie tv creata da Ilene Chaiken e andata in onda su Showtime per 6 stagioni dal 2004 al 2009 – è pronta al debutto su Sky Atlantic. Si parte domani, lunedì 11 maggio alle 21.15 (episodi disponibili anche On Demand e in streaming su NOW TV).

The L Word: Generation Q, sequel/spin-off dall’11 maggio su Sky Atlantic

A breve torneremo nella soleggiata Los Angeles per vedere che fine hanno fatto Bette Porter (interpretata da Jennifer Beals), Shane McCutcheon (interpretata da Katherine Moennig) e Alice Pieszecki (interpretata da Leisha Hailey), i tre personaggi storici della serie “madre” che rivedremo anche nella serie “figlia”, un punto di contatto indispensabile per i fan di vecchia data.

Oltre ai tre personaggi storici che hanno segnato L Word, conosceremo anche quattro nuovi giovani personaggi (più uno): Dani Núñez (interpretata da Arienne Mandi), Sophie Suarez (interpretata da Rosanny Zayas), Micha Lee (interpretato da Leo Sheng), e Sarah Finley (interpretata da Jacqueline Toboni). Sì, ma il “più uno” chi sarebbe? E’ presto detto: si tratta di Angelica “Angie” Porter-Kennard (interpretata da Jordan Hull), la figlia di Bette e Tina, ormai adolescente.

E se vi state chiedendo se finalmente verrà rivelato cos’è veramente successo a Jenny Schecter (il personaggio interpretato da Mia Kirshner in The L Word), sappiate che la risposta è: Sì. In ultimo, per chi volesse vedere (o rivedere) la serie madre, vi segnaliamo che le 6 stagioni sono già disponibili On Demand e in streaming su NOW TV dallo scorso 7 maggio.

Non vedo l’ora e, per l’occasione, vi spoilero il mio personaggio di sempre (lei ha il mio cuore)!

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI