Follettina Creation sotto accusa: avrebbe chiesto 250 euro in nero, ecco perché

06/08/2019 di Valentina Gambino

Follettina Creation

Follettina Creation sotto accusa. La “star” di YouTube portata in televisione da Barbara d’Urso a Pomeriggio 5, pare essere finita nei guai. Secondo quanto riporta l’account “Poraccitudine Influencer” la palermitana le avrebbe chiesto 250 euro per pubblicare un suo video nel suo account di Instagram. La giovane aspirante influencer, nel raccontare intera faccenda, non ha mai fatto il nome di Maria Grazia Catalano (così si chiama Follettina).

Follettina Creation sotto accusa: ecco perché

Ecco cosa afferma Poraccitudine Influencer secondo la trascrizione del buon Fabiano di BitchyF. “Instagram ha dato alla testa un po’ a tutti. Ma c’è una grandissima youtuber che mi ha chiesto 250€ per mettere il mio video sul suo profilo. Io ho mandato una mail a questa persona per poter fare una collaborazione. Questa persona non si è informata di chi sono io, nemmeno di quello che faccio. Mi ha detto però che avrebbe messo qualsiasi contenuto avessi voluto sul suo profilo”.

Naturalmente i soldi richiesti sarebbero rigorosamente in nero: “Cioè, tu mi chiedi 250€ senza fattura? Facendo il calcolo di quanta gente c’è su Instagram, se ogni volta che qualcuno le chiede un video saluto o una collaborazione lei chiede 250€… fate i vostri calcoli”.

Follettina “smascherata”: ha chiesto 250 euro in nero?

Ma se l’account di “Poraccitudine Influencer” non ha fatto il nome preciso della diretta interessata, è arrivato Amedeo Venza (ex corteggiatore di Uomini e Donne) a “smascherare” Follettina Creation: “Follettina chiede un compenso di 250 euro ad una ragazza per taggarla in un video. O è il caldo, oppure questa sta male da sempre”. Come finirà l’intera faccenda? Staremo a vedere come si difenderà la youtuber dalle accuse.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI