Mimun: “Su La7 non va in onda un telegiornale, ma l’Enrico Mentana Show”

12/10/2010 di Simone Morano

Clemente J. Mimun

Cancellare due programmi storici della Rai, che, nonostante le polemiche, portano ancora ascolti e introiti pubblicitari alla tv pubblica. È la provocazione di Clemente J. Mimun.

In un’intervista che sarà pubblicata sul numero di Chi in edicola domani, il direttore del Tg5 dice:

Se fossi il direttore di Raiuno, cancellerei dai palinsesti Sanremo e Miss Italia.

Mimun ha anche parlato, con tono sarcastico e polemico, dell’attuale presidente della Rai, Paolo Garimberti, con il quale ha in comune l’aver diretto, in passato, il Tg2.

Mi proposero di fare il presidente nel 2002. Risposi che a 49 anni avevo ancora voglia di lavorare, quelle cose lì possono piacere a Garimberti, che ha ancora il tempo di andare al circolo come vent’anni fa. Ci sono quelli che stanno sul pezzo e ci sono quelli che vanno al circolo. Ma dico queste cose con ammirata invidia verso Garimberti, non so organizzare il mio tempo.

Non manca un pensiero per il collega Enrico Mentana, fondatore del telegiornale che lui dirige attualmente, e che ora, con il tg di La7, sta diventando un serio concorrente nei confronti di Tg1 e Tg5, raccogliendo sempre maggiori consensi e ascolti.

Enrico non fa tg schierati, fa il tg che lo intriga ogni giorno. E rovescia gli schemi, su 30 minuti di trasmissione ne appare 20. La gente non guarda il tg, guarda l’Enrico Mentana show. Un prodotto interessante e affidabile.

Infine Mimun spiega chi sono i migliori giornalisti del panorama televisivo italiano:

Mentana e Mimun. Ma mi piacerebbe rivedere Sposini nei telegiornali.

COMMENTI