Marco Della Noce, il comico di Zelig sul lastrico: scendono in campo i meccanici della Ferrari e Claudio Bisio

20/10/2017 di Emanuela Longo

Dalle stelle alle stalle: per Marco Della Noce è proprio il caso di dirlo. Lui, che per anni ha fatto sorridere con addosso la tuta rossa Ferrari sul palcoscenico di Zelig, ora si ritrova a dormire in auto. Un destino senza dubbio beffardo, raccontato dallo stesso comico, costretto a chiedere aiuto agli assistenti sociali che per ora non sono riusciti ad aiutarlo. Per questo è costretto a dormire per strada dopo essere stato sfrattato nei giorni scorsi. “Mai avrei pensato che dopo trentacinque anni trascorsi a fare ridere la gente mi sarei trovato a piangere per una situazione veramente difficile che non auguro a nessuno”, ha raccontato il noto cabarettista.

Marco Della Noce: la gara di solidarietà per l’ex comico di Zelig

Tutto è iniziato in seguito alla separazione dalla moglie che ha giustamente chiesto gli alimenti per i due figli, fino però ad arrivare a chiedere il pignoramento della partita Iva, portando l’attore a vivere i primi veri guai. “Stavo girando una scena con Massimo Boldi quando mi comunicarono dell’avvenuto pignoramento. Un fulmine a ciel sereno. Un provvedimento che ha avuto conseguenze tanto che ha quasi azzerato la mia visibilità professionale”, ha raccontato Della Noce.

“I giudici mi hanno segato il futuro lavorativo. Non potendo lavorare non posso neppure fare fronte alle richieste di mia moglie alla quale avevo chiesto anche di rivedere il mantenimento visto le condizioni in cui mi trovavo”, ha aggiunto il cabarettista, rimasto senza lavoro da oltre un anno e mezzo. E’ così che il “capo meccanico della Ferrari” è andato letteralmente in crisi fino a ritrovarsi nella condizione attuale.

Fortunatamente Marco ha ricevuto il grande affetto non solo della gente di Lissone. A muoversi, ora sono stati anche i veri meccanici della Ferrari. La notizia è infatti giunta anche a Maranello e Pietro Corradini, figura di riferimento per gli operai da Gran Premio, ha dichiarato, come riporta Quotidiano.net: “Siamo tutti molto dispiaciuti per le difficoltà che sta affrontando nella vita un nostro collega. Dico collega perché noi meccanici del mondo Ferrari ormai Marco lo consideriamo, insomma, uno del gruppo”. Ma nei confronti del comico c’è anche gratitudine, perché “con i suoi siparietti, Della Noce aveva reso popolare il nostro lavoro”. Per questo hanno deciso di aiutarlo.

A farsi sentire sono stati anche i vecchi colleghi di Zelig, a partire da Claudio Bisio: “Si sono fatti sentire tutti, mi hanno commosso. Del resto, sono sempre andato d’accordo con tutti”, ha dichiarato lo stesso Marco. “Stiamo organizzando degli spettacoli e doneremo a lui il ricavato. Sono molto dispiaciuto per quello che sta vivendo e forse siamo già riusciti a trovargli una casa”, ha rivelato Giorgio Zanetti, protagonista delle prime edizioni di Zelig con il personaggio di Suor Letizia.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI