Le invasioni barbariche, la seconda puntata su La7: il Mago Silvan, Giorgia, Michele Bravi tra gli ospiti

Tanti gli ospiti presenti in studio da Daria Bignardi durante il nuovo appuntamento con Le invasioni barbariche, in onda questa sera a partire dalle 21.10 su La7. Da Matteo Salvini, a Giulia e Maisha Kyenge, Michele Bravi, Giorgia, Ale e Franz e il Mago Silvan. L’ultimo ospite, aveva molto incuriosito la conduttrice, tanto che, il Mago ha dovuto fare spazio nei suoi impegni per poterli incastrare con la sua partecipazione dalla Bignardi essendo, tra l’altro fan del programma televisivo.

Come sempre, anche questa sera il talk show sarà ricco di interviste barbariche in perfetto stile Bignardi, accompagnate dal bicchiere di birra che però, fosse per lei eleminerebbe con grande gioia. Ma approfondiamo meglio gli argomenti di questa puntata in onda questa sera tramite le fedelissime quanto variegate anticipazioni. La seconda puntata del programma si aprirà con la politica e il Segretario della Lega Nord Matteo Salvini, per poi proseguire con le figlie (Giulia e Maisha) del Ministro per l’integrazione Cécile Kyenge.

Ci sarà spazio anche per il giornalista Michele Serra e il vincitore di X Factor 7, Michele Bravi che, nonostante la delicata timidezza e la giovane età, possiede davvero un’ottima parlantina. Giorgia, farà parte del vasto e interessante numero di ospiti presenti questa sera in puntata. Tra gli altri, anche il Mago Silvan e, chiuderanno la puntata il duo comico formato da Ale e Franz. L’appuntamento con la seconda puntata de Le invasioni barbariche, è quindi rinnovato per questa sera, a partire dalle 21.10 su La7.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Comments

    Lella

    (24 gennaio 2014 - 23:59)

    Stimo tantissimo Daria Bignardi,reputo la trasmissione una delle poche vedibili, ma stasera non ho apprezzato l’aver invitato come “ragazze qualunque” la figlia del ministro Kyenghe,la trovo una caduta di stile, una presa in giro ai tanti ragazzi che desidererebbero intraprendere una carriera musicale e non hanno modo di farsi conoscere….
    Ritengo che la fanciulla abbia già la fortuna e l’appoggio di mamma….
    il mio commento non vuole essere razzista nel senso lato del termine, sarebbe stato espresso negli stessi termini fosse stata figlia di qualsivoglia appartenente alla casta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *