Grande Fratello 13 a febbraio? Giancarlo Scheri: “Potrebbe slittare di qualche settimana”

Nella notte tra il 13 e 14 dicembre un incendio ha letteralmente mandato in fumo tutta l’intera struttura del Grande Fratello 13. La nuova edizione del reality show più spiato d’Italia doveva andare in onda il prossimo gennaio 2014, condotto come sempre dalla conduttrice e fashion blogger Alessia Marcuzzi. Dopo una pausa di un anno, voluta anche per reinventare il programma e studiarne una versione più social ma per certi versi più legata alle origini, la Casa più spiata d’Italia è stata presa d’assalto dalle fiamme, che hanno purtroppo distrutto grandissima parte del lavoro di Cinecittà.

Tutto era già pronto e non si aspettava altro che riaprire la famosissima porta rossa per accogliere nuovamente volti nuovi e concorrenti pronti ad emergere in qualunque modo. Dopo una serie di indagini fatte dai vigili del fuoco tra l’altro si è anche giunti al risolvere “il giallo” avvolto tra le fiamme. A causare l’incendio infatti, potrebbe essere stato un corto circuito che ha coinvolto oltre 1700 metri quadri di superfice.

L’ad di Cinecittà studios Giuseppe Basso, aveva inoltre fatto sapere che i lavori per la ricostruzione della Casa erano già ricominciati e che lo stesso non avrebbe subito alcun tipo di slittamento. Ma pare evidente nelle ultime ore invece, un leggero spostamento a febbraio, almeno secondo quanto dichiarato dal direttore di Canale 5, Giancarlo Scheri che, tramite un’intervista a Libero ha fatto sapere che il reality show potrebbe slittare di qualche settimana anche se i lavori di ricostruzione insieme ad Endemol procedono con serenità. A quanto pare inoltre, ci aspetta davvero una nuova edizione molto social e multimediale.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *