Alessandra Amoroso: il testo del nuovo singolo, Fuoco d’artificio presente in Amore puro

E’ uscito oggi Fuoco d’artificio, il secondo singolo di Alessandra Amoroso dopo Amore puro, apripista dell’album che porta lo stesso titolo, prodotto da Tiziano Ferro e Michele Canova su etichetta Sony Music. Il nuovo brano, Fuoco d’artificio è stato scritto nella sua versione inglese da Emeil Sandè, mentre, nella versione italiana la canzone è stata firmata da Tiziano Ferro. Il nuovo pezzo si presenta come una fortissima ballad che parla della capacità di voltare pagina e risalire nonostante un rapporto d’amore sia ormai giunto al termine.

La canzone tratta anche delicatamente ma in maniera concreta, un sentimento dal retrogusto ormai amaro che però guarda al futuro, cercando anche di evidenziare un bilancio positivo per poter andare avanti. Il brano, inizia in maniera intima, introspettiva, per poi esplodere come un urlo che proviene da dentro, come per l’appunto un fuoco d’artificio pronto ad esplodere.

La vocalità della Amoroso in questo brano emerge tutta, in ogni singola e preziosa sfumatura, offrendoci un’interpretazione forte ed energica come una liberazione e una voglia prepotente di voltare pagina. A questo punto i numerosissimi estimatori della cantante salentina aspettano la loro beniamina live per i primi due concerti di Amore Puro Tour (prodotto e organizzato da F&P GROUP), il 3 dicembre a Milano al Mediolanum Forum e il 5 dicembre a Roma al Palalottomatica.

A seguire il testo di Fuoco d’artificio.

Scendi silenzio
fai ciò che vuoi
crolla la casa che scegliemmo per noi

Fu la reazione
fu un’utopia
fu un’ora ed eri già andato via

Non è per ciò che si è rotto
se ora prego per noi
nel bilancio di tutto
io tutto lo rifarei

E fu artificio o miracolo
un fuoco e tu
mi amasti e ti amai anch’io
e fu distrazione di un angelo
solo se quel fuoco si spense
e poi ti persi lì

Fu una scintilla
forse di più
forse era niente, sembrava tutto

Eri una luce così gigante
che anche lontano
mi sembravi grande

Temevo che un giorno il tempo
ti avrebbe portato via
come poesia o una leggenda
non mi scordo di te

E fu artificio o miracolo
un fuoco e tu
mi amasti e ti amai anch’io
e fu distrazione di un angelo
solo se quel fuoco si spense

E sarò ancora un po’ più forte quando lo rivedrò
l’amore è un viaggiatore senza meta e saprò
che un fuoco d’artificio non lo tocca mai il cielo
quindi tornerò ad amare davvero

E fu artificio o miracolo
un fuoco e tu
mi amasti e ti amai anch’io
e fu distrazione di un angelo
solo se quel fuoco si spense
e poi ti persi lì

Poi ti persi lì
Stavi lì
e sarò ancora un po’ più forte quando lo rivedrò

Seguici e condividi!

Francesca Tordo Author

Appassionata del gossip italiano e non solo. Mi piace scrivere di fiction e anticipazioni Tv.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *