Le avventure di Pinocchio: cast stellare e tanti buoni sentimenti

03/11/2009 di Valeria Panzeri

Due serate dedicate all’intramontabile Pinocchio, ma soprattutto piazzate strategicamente in corrispondenza della seconda puntata del Godzilla di share che è il Grande Fratello 10. Rai uno ha deciso di giocarsi la carta del politically correct rivisitando la celebre fiaba di Collodi che, in realtà, si chiamava Lorenzini, ma per via di una famosa colletta si è beccato sto soprannome e, con quest’ultimo, è passato alla storia.

Il cast è sicuramente il punto di forza di questa fiction: basti citare il sempre in parte Bob Hoskins nel ruolo del buon Geppetto, la divina Margherita Buy strizzata nel corpetto della maestrina, Alessandro Gassman con la penna in mano nei panni del Collodi, Luciana Littizzetto che non ha deluso i suoi fan, in quanto, a prescindere dal travestimento improponibile da Grillo Parlante, è stata semplicemente la Littizzetto di sempre. Ciliegina sulla torta: Violante Placido che, non appena compariva, vanificava immediatamente il clima quasi oratoriano con i suoi sguardi very hot: si divorava con gli occhi tutti i bipedi di sesso maschile senza alcuna distinzione, da Pinocchio a Geppetto fino agli asini. Se ve lo riguardate forse forse troverete un momento in cui ammicca anche al burattino.
La recitazione, i costumi, il trucco spesso caricaturale nonché la recitazione volutamente quasi circense, soprattutto per ciò che concerne i personaggi satellite quali il Gatto e la Volpe e Mangiafuoco, sono chiaramente frutto di una scelta che punta a restituire quell’atmosfera da favola di fine Ottocento.

Oltre alla bellissima location un apprezzamento importante va sicuramente alla scenografia che, in alcune scene, è stata veramente funzionale, originale e godibile. Magnifico il trionfo di colori e giocattoli antichi nel paese dei balocchi: un’atmosfera tra buio e luce, allegria sfrenata e oscura magia. E poi la pancia del pescecane grande come una balena che finisce per ospitare il povero Geppetto io me la sono sempre immaginata così.

Un prodotto sicuramente curato che ha fatto centro nel target per il quale è stato costruito ad hoc. Perfetto spettacolo per famiglie con prole.

Sicuramente il buon Pinocchio ha fatto il possibile per tenere alto il vessillo della rete ammiraglia scendendo in campo contro il gigantissimo Grande Fratello. In ogni caso, con questa seconda puntata, la mini fiction è riuscita ugualmente a spazzare via la temuta concorrenza, registrando il 26.39% di share contro il 24.77% del GF.

COMMENTI