Gli Mtv Music Awards e il trionfo di Beyoncé

06/11/2009 di Emanuela Longo

Uno degli eventi musicali tra i più importanti trasmessi in tv, è sicuramente rappresentato dagli Mtv Music Awards, che premia i migliori artisti dell’anno, a livello internazionale. Quest’anno, proprio in occasione del ventennio dalla caduta del muro, l’evento si è tenuto a Berlino (sede della prima edizione del celebre premio). La serata è stata trasmessa sulla rete musicale Mtv, ieri sera, e condotta dall’esuberante Katy Perry.

La vincitrice di questa sedicesima edizione, è stata, a pieno titolo, Beyoncé Knowles, ex membro delle Destiny’s Child, che si è portata a casa ben 3 dei 4 premi per i quali era candidata. Per l’esattezza: miglior canzone per Halo, miglior video per Single Ladies (Put a Ring on it) e miglior artista femminile.
Ma non è mancato neppure il gossip: dopo la sua performance, Beyoncé, sexy più che mai, ha voluto mostrare a tutti i suoi fans e a quanti prendevano parte all’evento, l’anello di fidanzamento ricevuto in dono dal suo compagno Jay-Z. Quale migliore occasione per dichiarare di essere una donna felicemente impegnata?

Shakira è invece tornata a casa a bocca asciutta; un pizzico di delusione anche per Lady Gaga, vincitrice di un solo premio (su un totale di cinque nomination), come artista rivelazione dell’anno.
I Tokio Hotel, giocando in casa, hanno guadagnato il premio per miglior gruppo, mentre i Green Day, il premio Best Rock. Eminem si è accontentato del premio miglior artista maschile, mentre Pixie Lott, di recente in Italia in occasione dell’ospitata ad X Factor, è stata definita la miglior artista emergente inglese e irlandese e la miglior artista del Network.

Per l’occasione non è mancato neppure un momento dedicato a Michael Jackson, omaggiato con il premio Legend Awards.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI