Elena Morali sotto choc per un video del fidanzato Luigi Favoloso: “scena terrificante”

03/02/2021 di Emanuela Longo

Elena Morali

Colpo di scena nel rapporto tra Elena Morali e Luigi Favoloso. Mentre tutto sembrava andare a gonfie vele almeno da un punto di vista sentimentale, nelle ultime ore è accaduto qualcosa di inaspettato al punto da aver letteralmente sconvolto la giovane Morali. Elena avrebbe compiuto una scoperta in modo del tutto casuale e che avrebbe messo a repentaglio il suo rapporto con Favoloso.

Elena Morali sconvolta per un video di Luigi Favoloso

Attraverso le sue Instagram Stories, Elena Morali nelle passate ore ha pubblicato un video alquanto emblematico. Nel brevissimo filmato ripreso dalle telecamere di sorveglianza installate nel loro appartamento, si vede perfettamente il fidanzato Luigi Favoloso mentre entra in casa con una ragazza bionda che però non è lei.

Dal video in questione non si vedono altri particolari degni di nota, ma è bastato questo per lasciare la Morali senza parole, come confermato nella successiva Storia in cui la giovane influencer commenta il suo stato d’animo.

Nell’ultima Storia postata, prima di scegliere il silenzio, Elena Morali ha scritto:

Scusate ragazzi ma stasera non riesco a fare più storie. Sono rimasta scioccata dal video che ho appena postato. Sono andata indietro al giorno del mio compleanno con le registrazioni della mia telecamera di casa per trovare un video del mio amico Tassinari che cantava a squarciagola e ho trovato questa scena perme terrificante, il mio fidanzato che entra in casa con una bionda che di certo non sono io. Sono scioccata e senza parole. Ho solo voglia di piangere e mandare affan**lo il mondo intero.

Il video a cui fa riferimento Elena Morali risale al primo pomeriggio del 28 gennaio scorso, dunque appena pochi giorni fa. Favoloso al momento non avrebbe ancora commentato la vicenda, scegliendo anche lui il silenzio.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI