Mike Bongiorno ritorna a La Grande Storia, stasera su RaiTre dopo le critiche della moglie

Daniela Zuccoli, vedova di Mike Bongiorno, proprio qualche giorno fa su Repubblica ha espresso il suo grande rammarico e la delusione per la mancanza di interesse, da parte della tv (ad eccezione di Sky), nei confronti del quinto anniversario della morte del re dei quiz televisivi: “Né Rai né Mediaset hanno fatto un gesto per ricordarlo. Per non parlare della sua città, Milano”, ha tuonato la moglie del compianto Mike, stroncato da un infarto l’8 settembre del 2009.

In vista del quinto anniversario della morte di Mike Bongiorno, la moglie Daniela contestava nell’intervista, con vistosa delusione, proprio la mancanza di interesse da parte della Rai nei confronti di uno dei pilastri della storia della tv italiana: “Come mai la Rai, la prima azienda culturale pubblica, non ha memoria e ignora le proprie radici? Perché non gli ha mai dedicato un documentario, una fiction, un premio o una serata? Me lo chiedo”.

Oggi, venerdì 25 luglio, la Rai forse risponde alle dichiarazioni della vedova di Mike Bongiorno, proponendo in prima serata su RaiTre la trasmissione La Grande Storia – Come eravamo, con la messa in onda di due film documentari, il primo dei quali proprio dedicato a Mike Bongiorno, alla sua vita prima del grande successo che lo travolse con l’approdo sul piccolo schermo. I film documentari in programma questa sera per la serie La Grande Storia prendono rispettivamente il titolo di “La guerra di Mike” e “Pane e… fantasia. Gli anni della ricostruzione”, preceduti dal commento di Paolo Mieli.

“La guerra di Mike”, di Nicola Bertini rappresenta il racconto della vita di Mike Bongiorno, prima del successo travolgente di Lascia e Raddoppia. Si tratta di una intervista realizzata dallo stesso Mike pochi mesi prima della morte nel corso della quale il celebre conduttore narrò non solo gli anni della Resistenza, ma anche dell’incontro a San Vittore con Indro Montanelli, passando per il Mike degli anni americani fino all’approdo in tv ed al successo con Lascia o Raddoppia?.

Il secondo film della serata di RaiTre all’insegna de La Grande Storia prende il titolo di “Pane e… fantasia – Gli anni della ricostruzione”, ed è il racconto di un’Italia devastata dalla guerra prima di trasformarsi in un Paese moderno e vincente grazie alla presenza di uomini onesti, capaci, imprenditori e politici di successo. La Grande Storia narrerà così gli anni dal 1946 al 1954, quelli cioè di un’Italia desiderosa di riscatto e vittoriosa, ripercorrendo l’immagine di un Paese che non c’è più.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *