Amici 13, intervista a Moreno Donadoni: “Lo studio nel talent mi ha reso un rapper migliore” – VIDEO

Dopo avervi proposto l’intervista di Emma Marrone e quella di Alessandra Amoroso, vogliamo concludere questo fortunatissimo terzetto parlandovi del rapper genovese Moreno Donadoni, vincitore di Amici 12, che ha venduto oltre 130.000 copie e conquistato il doppio disco di platino con Stecca, il suo primo album prodotto da Universal. “Nella scuola di Amici sono entrato in corsa” ha raccontato Moreno per poi aggiungere: “ero agitatissimo, ero tutto così strano per me, per noi che facciamo rap è diverso”.

Moreno ha quindi raccontato il suo momentaneo disorientamento: “Qui è una vera e propria scuola, ho detto subito: ‘Non so nulla, di timbro, di estensione… io sono bravo nel freestyle, ad improvvisare’. Poi mi hanno chiamato e mi hanno detto se fossi interessato a fare una sfida”. Il rapper ha poi continuano raccontando i primi giorni all’interno della scuola: “Mi sentivo un marziano, perché sono qui? Perché dovrebbero accorgersi di me? A scuola mi hanno insegnato ad ordinare i pensieri e tradurli in parole”.

Dopo aver capito come buttare giù dei testi forti e di senso compiuto, tra le tanti notti passate a scrivere ovunque mentre gli altri in residence dormivano, ha spiegato come è nata Che confusione, uno dei suoi singoli di maggior successo presenti all’interno di Stecca, il suo primo album: “In una notte è nata Che confusione, lo specchio del mio stato d’animo in quei momenti. Da lì in poi tutto è sembrato più semplice, ho capito che anch’io, a mio modo ero un artista. Quelle ore di studio mi avevano reso un rapper migliore. Amici mi ha insegnato la fame di sapere, conoscere e sperimentare”.

 CLICCA QUI per vedere il VIDEO dell’intervista a Moreno Donadoni.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *