Lutto nel mondo del giornalismo sportivo: è morto Franco Rossi, volto di Controcampo e Studio Sport

Grave lutto nel mondo del giornalismo sportivo: è morto, all’età di 69 anni, uno dei massimi rappresentanti della categoria in Italia, nonché volto celebre per gli appassionati dello sport del calcio, Franco Rossi, a causa di una brutta malattia. La notizia è stata resa nota nel pomeriggio di ieri, e sul web, in particolare sui social network Twitter in primis e Facebook, non sono mancati i messaggi di commozione ed affetto da parte di tanti colleghi ed appassionati.

La sua carriera nel campo del giornalismo sportivo, era iniziata a Tuttosport, per poi diventare firma riconoscibilissima del Giorno per vari anni; alla fine degli anni ’70 approdò a Repubblica dove si occupava di calcio mercato, per poi passare al Corriere dello Sport ed ancora al Giorno. Grande appassionato di calcio estero, soprattutto brasiliano, teneva una rubrica su Asahi Shimbun, il giornale più letto di Tokyo.

Dalla carta stampata, Franco approdò ben presto al piccolo schermo, inizialmente nelle televisioni private, in particolare su Telenova, dove era presenza fissa nelle tribune calcistiche, apprezzato per la sua competenza e per una non comune ironia. Successivamente il passaggio alle reti nazionali dove lo abbiamo ritrovato a Controcampo e Studio Sport.

Da qualche tempo, aveva iniziato la sua battaglia personale contro la malattia che lo ha portato alla morte: “Il tumore non è una malattia: è un affare e una compagnia”, aveva twittato lui stesso non molto tempo fa. Sempre su Twitter non più di un mese fa scriveva di “essere in ripresa” e di “star migliorando”. Il brutto male, purtroppo, lo ha portato via con sé.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all’Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *