Film in Tv, Habemus Papam, stasera alle 21.10 su RaiUno

Nel 2011, Nanni Moretti realizzò la pellicola Habemus Papam, film interpretato dallo stesso regista insieme a Michel Piccoli e Margherita Buy. Prima ancora della sua uscita nelle sale italiane, il film ottenne una grande risonanza proprio per il tema narrato e, successivamente, i pareri favorevoli superarono anche le aspre critiche rivolte sia al regista che alla sua opera non solo Pino Farinotti che definì il Papa troppo grande per Moretti che dalla stessa Commissione CEI, che invece definì la pellicola complessa ma allo stesso tempo superficiale.

Tanti furono però i riconoscimenti assegnati, come tre David di Donatello nel 2012 per Miglior attore protagonista a Michel Piccoli, Miglior scenografia a Paola Bizzarri e Migliori costumi a Lina Nerli Taviani; uno European Film Award e sette Nastri d’argento (compreso quello per il regista del miglior film), senza considerare il titolo di miglior film dell’anno dai Cahiers du cinéma. A distanza di due anni dall’uscita, la pellicola approda questa sera sul piccolo schermo, precisamente sulla prima rete Rai, in onda a partire dalle ore 21:10 circa.

Di Habemus Papam, in realtà, si è tornati a parlare di recente, in occasione dell’elezione del nuovo Pontefice, Papa Francesco, in seguito alla decisione di Papa Ratzinger di rinunciare al ministero petrino. La storia di Habemus Papam, ruota attorno ad un Pontefice appena eletto, che deve però fare i conti con il peso della carica appena assunta. Dopo la morte del Papa, a Roma si riunisce il conclave per l’elezione del successore. L’attenzione di tutto il mondo è riservata su San Pietro, mentre dentro le volte della Cappella Sistina i Cardinali sono chiamati ad eleggere il nuovo Pontefice.

Dopo le prime due fumate nere, finalmente sembra essere giunta la tanto attesa fumata bianca con un nome del tutto inatteso: ad assumere la carica di nuovo Papa sarà il Cardinale Melville, rimasto nell’ombra fino a quel momento. Frastornato, il nuovo Eletto non sa neppure quale nome scegliere; si sente inadeguato in confronto al suo predecessore e, quando le ante delle finestre di San Pietro si aprono per far conoscere al mondo il nuovo Papa, Melville crolla.

Per aiutarlo nella sua depressione, viene chiamato uno psicanalista, il professor Brezzi, considerato il migliore nel campo, ma il compito è così difficile tanto da dover chiedere aiuto all’ex moglie, anche lei psicanalista. La situazione precipita quando Melville scompare da un giorno all’altro.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all’Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *