La Vita in Diretta, dal 9 settembre. Franco Di Mare: “Liorni non era un giornalista. Il mio compito? Non far rimpiangere Sposini”

A partire dal prossimo lunedì 9 settembre dalle ore 15:20, riapre i battenti con un’edizione totalmente rinnovata, la trasmissione in onda sulla prima rete di casa Rai, La Vita in Diretta. Dopo aver salutato Mara Venier e Marco Liorni, il pubblico di RaiUno si prepara ad accogliere tra qualche giorno un’altra inedita coppia alla quale è stato affidato il compito di guidare il programma. Si tratta, come ormai ampiamente sappiamo, di Paola Perego e Franco Di Mare. Ieri intanto, si è svolta la conferenza stampa ufficiale, alla presenza degli stessi conduttori e del direttore di RaiUno Giancarlo Leone (che ha prontamente postato su Twitter la foto che apre anche il nostro articolo).

“Raiuno sta cambiando, senza dimenticare le sue radici”: con queste parole il direttore della prima rete pubblica ha introdotto le novità di RaiUno a partire dal prossimo lunedì, in seguito alla partenza non solo de La Vita in Diretta ma anche di UnoMattina, con partenza alle ore 6:10. “Il mattino e il pomeriggio di Raiuno rimangono nella loro forma consolidata, ma era ora di fare cambiamenti, alcuni dei quali nella continuità”, ha ancora commentato Leone.

In merito alla nuova stagione del programma pomeridiano, la coppia Perego-Di Mare si propone di dare vita ad un programma che rappresenti “una finestra quotidiana sul mondo, spaziando tra cronaca rosa e nera, tra sociale e spettacolo”. Tante le novità in mente soprattutto da parte della conduttrice che vuole aprire ai giovani ed alle storie a lieto fine. L’intenzione è quella di accogliere in studio anche “un gruppo di studenti universitari che potranno intervenire nella discussione”, ai quali si aggiungerà anche il giovane pubblico da casa che potrà intervenire tramite i social.

“Siamo nel solco delle tradizioni ma con piccole innovazioni. Non ci saranno spazi contingentati, tra me e Paola ci sarà un’osmosi continua anche per rendere il programma più movimentato”, ha invece commentato il giornalista Di Mare, prima di aprire una piccola polemica sulla passata conduzione.

“Venier e Liorni hanno fatto un ottimo lavoro. Liorni, però, non era un giornalista: è arrivato in corsa dopo l’incidente di Lamberto (Sposini, ndB) che era un portatore di esperienza e di humour straordinari. Ecco, diciamo che il mio compito sarà quello di non far rimpiangere Lamberto”, ha concluso.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all’Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Comments

    daniele pisu

    (4 settembre 2013 - 18:28)

    Ho notato che non c’è più nessuno che parla di Lamberto Sposini. E’ proprio vero che,quando un personaggio del piccolo schermo(chiunque esso sia)scompare dalla tv,magari anche x problemi seri,come il suo,viene dimenticato da tutti!!! Ora dico:come mai succede questo? Eppure L.S. era un giornalista in gamba… l’unica che si era degnata di parlare di L.S. era stata Mara Venier e in quell’occasione,ricordo che si erano collegati in diretta televisiva. Poi più niente!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *