Marco Bocci parla del presunto tradimento di Emma e annuncia Squadra antimafia 5 da settembre

Inevitabilmente, l’attore Marco Bocci è finito al centro dell’attenzione negli ultimi tempi, non tanto per la sua carriera quanto piuttosto per il gossip insistente in merito alla sua recente relazione con la cantante salentina Emma Marrone. Dopo un primo periodo di indiscrezioni, alcune foto che immortalavano la coppia insieme ed in teneri atteggiamenti hanno poi portato ad ufficializzare la loro unione eppure, proprio negli ultimi giorni si sono rincorse le voci di un presunto tradimento a scapito della “povera” Emma (come citava il titolo del settimanale Oggi che ha diffuso il presunto gossip). Ad intervenire contro le malelingue, prima Emma in modo informale su Twitter e, successivamente in un’intervista al Corriere della Sera ed ora Marco, all’Ansa.

“Mi da molto fastidio, ma non tanto il gossip e le foto quanto voler attribuire certi pensieri a certe persone e voler dare una notizia, anche se falsa, a tutti i costi”, ha dichiarato l’attore in merito al presunto tradimento della sua compagna in seguito alla diffusione di alcune foto che lo ritraevano in compagnia amichevole di una donna, senza quindi alcun atteggiamento ambiguo o presunto tale. Ma gossip a parte, Marco lo ritroveremo presto sul piccolo schermo e non solo.

Dal prossimo settembre infatti, torna su Canale 5 in occasione della quinta stagione di Squadra Antimafia  svelando chi apre la botola in cui è finito Domenico Calcaterra (scena finale della serie 4). “Poi ci saranno le dinamiche assurde e intriganti che sono la forza di questa fiction”, ha assicurato l’attore all’Ansa. Una fiction potente e fortunata quasi quanto Romanzo criminale, la serie culto di Sky che ha regalato il successo a Scialoja e alla banda di Pijamose Roma.

In merito ha dichiarato Bocci: “Era una serie con una sceneggiatura forte, fatta nel rispetto di tutti dalla regia agli attori e c’era profumo di chance nel senso che nonostante le perplessità perché eravamo tutti attori sconosciuti e la paura di fare la brutta copia del film, si sentiva un profumo strano, che potesse venir fuori una bella cosa..”.

Attualmente Marco è sul set di Guardali cadere del belga Kristoph Tassin, film che definisce “psicologico” ma anche “atipico” per l’Italia: “Interpreto un fotografo che in Siria si trova in una situazione in cui potrebbe salvare la vita a una ragazza e invece decide di scattare. Da qui comincia a riflettere sulla sua vita e su ogni volta che ha cercato di immortalare il male e il dolore piuttosto che fare qualcosa per evitarlo”.

Una prova che sotto certi aspetti lo allontana dai precedenti ruoli interpretati finora. Ma Bocci lo troveremo sul grande schermo anche a novembre nei panni del protagonista di Italo, film d’esordio di Alessia Scarso. Qui Bocci diventa un sindaco-padre-vedovo che “parla” con gli occhi e le pause: “E’ un personaggio di grande sensibilità ed emozione, una fortuna interpretarlo”.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all’Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *