Amici 12 finalisti, Verdiana Zangano: “Non ho mai studiato canto, per me la musica è carne viva”

Sabato primo giugno si disputerà la finale di Amici 12. L’ultima puntata di un talent show strutturato bene e di successo, specie per quanto riguarda questa edizione, che è stata oltre che fortunata e talentuosa, molto ricca di novità (registrazioni a parte). Verdiana Zangaro è una dei quattro finalisti che sabato, a partire dalle 21.10 si giocherà la vittoria insieme a Moreno Donadoni, Greta Manuzi e il ballerino Nicolò Noto, già vincitore per quanto riguarda la sua categoria. Verdiana ha 26 anni e viene da Rossano, in provincia di Cosenza.

Vive da sola e si mantiene già da un po’ di anni mentre suo padre raccoglie la frutta e la mamma è casalinga. E’ una persona che nella vita, per sbarcare il lunario ha davvero fatto ogni tipo di lavoro diverso e si reputa insicura ma allo stesso tempo incuriosita dalle persone di pancia, che mettono in quello che fanno passione e tenacia. Apparentemente il suo carattere può non arrivare subito e, i suoi silenzi possono essere scambiati per antipatia, mentre in realtà si definisce solamente introversa. Per i lettori di TgCom24, secondo un sondaggio ha già vinto questa dodicesima edizione del talent (clicca qui per leggere l’articolo). Gareggia verso la vittoria al serale indossando la maglia blu.

Sul sito di Sorrisi e Canzoni TV, come per Nicolò, anche Verdiana è stata intervistata ad un paio di giorni dalla finale; lei, insieme a Moreno e Greta ha pubblicato un disco, dal titolo Lontano dagli occhi (clicca qui per leggere l’articolo). Proprio per quanto riguarda il disco, la cantante ha affermato che è stato esattamente quello il momento più bello durante l’esperienza ad Amici: “Un sogno che realizzo dopo tanti anni. Il mio disco l’ho ascoltato tre volte, è la prima volta che sentivo la mia voce bellissima. Ho dormito accanto al cd tutta la notte, mi sono trovata anche carina nelle foto. Un’emozione indescrivibile”.

Per quanto riguarda i momenti difficili, racconta l’episodio in cui Mara Maionchi la considerò di plastica e la criticò perché troppo perfettina:

E’ una cosa che mi ha fatto soffrire, perché spesso si dice alle persone che arrivano alle note alte. Non ho mai studiato canto, ho imparato ascoltando le grandi voci del passato, anche italiane. Non ho mai avuto grande tecnica, quindi per me il canto è la sola espressione di me. Per me la musica è carne viva.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *