Film in TV: La Matassa, stasera alle 21.10 su Canale 5

Questa sera andrà in onda la pellicola del 2009 diretta da Giambattista Avellino, Salvatore Ficarra e Valentino Picone, La Matassa. Il film è stato distribuito al cinema il 13 marzo del 2009 ed ha realizzato in Italia, nelle prime due settimane di programmazione, un incasso al botteghino di 5.570.000 € secondo i dati Cinetel. Nel totale in Italia ha incassato 7.544.357 €. La storia racconta le avventure di due cugini, Gaetano Geraci (Ficarra) e Paolo Geraci (Picone), costretti a separarsi all’età di dieci anni a causa di litigi familiari dei padri.

Paolo è un ipocondriaco cronico, ed aiuta il padre nella gestione dell’albergo di famiglia, mentre Gaetano, insieme alla moglie Olga, organizza matrimoni tra extracomunitari per fargli ottenere, tramite essi la cittadinanza italiana. Durante il film muore il padre di Paolo, ma la loro storia d’odio, nonostante il lutto sembra proseguire. Nonostante questo, Gaetano per un errore arriva al funerale dello zio, credendo di andare al matrimonio di una sua cliente di origine russa e del suo anziano marito interpretato da Tuccio Musumeci.

Costretto ad assistere al funerale, i russi lo cacciano per via del matrimonio rinviato ed allora si trova costretto ad alloggiare nell’albergo del cugino Paolo convinto che quest’ultimo abbia organizzato tutto e che la storia del matrimonio sbagliato e scambiato con il funerale, sia frutto di un errore volontario per fare pace, ma in realtà non è assolutamente così. Caso vuole che un giorno Gaetano ascolti la conversazione del cugino con Don Gino (Pino Caruso): in caso di sua morte, infatti, darebbe in dono l’albergo che ha faticosamente ereditato proprio a Gaetano, che gli farà credere di essere in fin di vita.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *