Quarto Grado: occhi puntati sul caso Sarah Scazzi in attesa del verdetto

Un nuovo appuntamento all’insegna della trasmissione Quarto Grado in onda questa sera su Rete 4 e condotta da Salvo Sottile con la partecipazione di Sabrina Scampini. La trasmissione settimanale, questa sera si concentrerà in particolar modo sull’assoluzione di Alberto Stasi in seguito all’annullamento della sentenza d’Appello che lo ha definito innocente in merito all’omicidio dell’allora fidanzata Chiara Poggi, ma anche sui risvolti dell’omicidio della piccola Sarah Scazzi, in attesa del verdetto che vede al centro dell’attenzione le accuse a carico di Sabrina Misseri e della madre Cosima, rispettivamente cugina e zia della vittima di Avetrana.

A commentare le due vicende, al centro della puntata odierna del settimanale di approfondimento giornalistico, in diretta dal Centro Palatino di Roma, interverranno vari ospiti presenti in studio ma anche in collegamento con il padrone di casa, che ripercorreranno le tappe salienti di entrambi di casi al centro della cronaca nera nostrana da diversi anni e spesso oggetto di dibattito ed indagine della stessa trasmissione Mediaset di Siria Magri.

Durante la serata, grazie alla diretta, gli spettatori saranno così costantemente informati in merito ai risvolti dell’omicidio Scazzi attraverso i continui collegamenti da Taranto, teatro del processo Scazzi, con i protagonisti che in questi anni hanno animato l’aula del Tribunale. Il nuovo appuntamento all’insegna di Quarto Grado, è quindi fissato a questa sera a partire dalle ore 21:10 circa su Rete 4.

Seguici e condividi!

Vincenzo Faraone Author

Amante dello sport, mi piace guardarlo e scriverne. Amo il calcio e la F1.

Comments

    daniele pisu

    (19 aprile 2013 - 19:52)

    Che schifo!!! Questi personaggi vanno buttati in cella a vita,se colpevoli,e gettata via la chiave!!! Nessuno sconto x chi ha ammazzato Sara e Chiara!!! Tutta la mia solidarietà va alle famiglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *