Sanremo 2020: Luciana Littizzetto e i consigli ad Amadeus per evitare le polemiche

20/01/2020 di Emanuela Longo

Luciana Littizzetto e le polemiche di Sanremo 2020

Luciana Littizzetto, ancora in convalescenza, ha voluto rivolgersi ad Amadeus usando l’arma dell’ironia per commentare i fatti dell’ultimo periodo, dopo le aspre polemiche che hanno riguardato il padrone di casa del prossimo Festival di Sanremo 2020. E così nel corso del suo intervento durante la puntata di Che tempo che fa, ha voluto rivolgere una serie di consigli al conduttore ravennate al fine di evitargli di ritrovarsi ancora travolto da nuove possibili polemiche: “Caro Ama, devi fare attenzione: l’Ariston si chiama come la lavatrice, è un attimo che finisci nella centrifuga”, ha scherzato la Littizzetto.

Sanremo 2020: Luciana Littizzetto e i consigli ad Amadeus

Luciana Littizzetto dispensatrice di consigli: ecco la lista che ha voluto riservare ad Amadeus, vittima in questi giorni di una serie di polemiche per via della sue frasi sessiste nel corso dell’ultima conferenza stampa di Sanremo 2020.

Prima cosa in assoluto, devi dire: ‘quest’anno al centro ci sarà la musica’. E’ una boiata pazzesca, ma tutti lo dicono, dillo anche tu, che te ne frega. Seconda cosa, sorridi molto ma non troppo sennò poi sembri scemo. Non fidarti di nessuno, ma nessuno proprio, tranne di Vincenzo Mollica. Non stare troppo vicino ad Al Bano quando canta, che quello con un acuto può farti volare la tromba di Eustachio fino a Finale Ligure. Quando entra Tiziano Ferro tu toccalo, che porta bene.

Ma le regole definitive del buon conduttore di Sanremo 2020 sono arrivate solo in seguito:

Non tirare in ballo mai, ma dico mai, nessun politico più recente di Camillo Benso Conte di Cavour. Non dire delle donne che ti affiancheranno che sono molto belle. Dillo una volta sola, perché essere molto belle è una botta di cul0 dalla nascita e non una conquista. Fai finta di niente di fronte ai look di alcuni cantanti (…) E infine, qualsiasi cosa succeda, devi pronunciare la fatidica frase: ‘dirige l’orchestra il Maestro Peppe Vessicchio’. Sennò non è Sanremo.

Infine, dopo l’elenco dei consigli riservati al conduttore e direttore artistico del prossimo Festival, Lucianina ha chiosato:

Amadeus è un bravo artista, una brava persona e noi vogliamo il successo massimo per lui.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI