Luciano Pavarotti: l’omaggio di Canale 5 a 10 anni dalla morte, stasera il documentario in prima tv

01/09/2017 di Emanuela Longo

Sono trascorsi 10 anni dalla scomparsa prematura di Luciano Pavarotti, il celebre tenore, e Canale 5 ha deciso di omaggiarlo con due appuntamenti imperdibili. Entrambi saranno trasmessi nella seconda serata della rete ammiraglia di casa Mediaset, nelle giornate di venerdì e sabato. Interessante l’appuntamento di stasera, alle 23:20. Si tratta del documentario in onda in prima tv dal titolo “Pavarotti: una voce per sempre”. Sabato sera, alla medesima ora, sarà invece trasmesso “La nascita di una leggenda: i tre tenori”. Scopriamo le anticipazioni dei due speciali dedicati a Luciano Pavarotti.

Pavarotti: una voce per sempre, stasera 1 settembre su Canale 5

Il documentario in prima visione in onda stasera 1 settembre si intitola Pavarotti: una voce per sempre. E’ stato realizzato nel 2013 e si compone di un’intervista esclusiva rilasciata dal tenore sui suoi 50 anni di carriera. Si parte dal 1963 per ripercorrere le tappe più importanti che lo hanno reso celebre in tutto il mondo. Tutto ebbe inizio con il debutto nei teatri internazionali sostituendo Giuseppe di Stefano nel ruolo di Rodolfo ne “La Bohème”.

Il documentario racchiude poi le immagini del tenore nelle arie più famose tratte da “La Boheme”, “Rigoletto” e “Aida”. Non si dimenticano poi le canzoni napoletane fino agli indimenticabili duetti con Bono, Sting ed Eric Clapton. Tra le chicche esclusive anche un’inedita registrazione dell’aria di Rodolfo tratta da La Bohème, “Che gelida manina”, rimasta nascosta negli archivi per 50 anni. Fu scoperta solo successivamente dalla vedova Nicoletta Mantovani.

Sabato sera, andrà in onda lo speciale La nascita di una leggenda: i tre tenori. Un passo indietro fino al 7 luglio 1990: in occasione della finale dei Mondiali di calcio a Roma, tre tenori, Josè Carreras, Placido Domingo e Luciano Pavarotti, si esibirono insieme per la prima volta. I tre diedero vita a un grandioso concerto composto di arie, seguito dalle 60.000 presenti e un miliardo di telespettatori.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI