logo

“Lo faccio in puntata”: Garibaldi vuole sputare addosso a Beatrice, la risata di Greta e l’ira del web – VIDEO

di Emanuela Longo

Pubblicato il 2024-01-26

Dopo il rientro in Casa da parte di Beatrice Luzzi, colpita da un grave lutto, l’empatia al Grande Fratello (o quel poco che restava) sembra essersi del tutto volatilizzata. Una buona parte dei concorrenti, infatti, si sono schierati duramente contro la gieffina, ed ora i toni sono diventati sempre più esagerati al punto da richiedere …

spinner

Dopo il rientro in Casa da parte di Beatrice Luzzi, colpita da un grave lutto, l’empatia al Grande Fratello (o quel poco che restava) sembra essersi del tutto volatilizzata. Una buona parte dei concorrenti, infatti, si sono schierati duramente contro la gieffina, ed ora i toni sono diventati sempre più esagerati al punto da richiedere un intervento da parte della produzione (che tuttavia non è ancora arrivato). 

Garibaldi ed il gesto contro Beatrice: il web chiede provvedimenti

Beatrice Luzzi

In queste ore, mentre Perla minaccia di voler istigare Beatrice, mettendo a punto un piano, sostenuto anche da Anita, Giuseppe Garibaldi vorrebbe andare ben oltre, sputandole addirittura addosso. 

“Lo faccio”, dice convinto il calabrese rivolgendosi a Greta, per poi ribadire: “Lo faccio, in puntata”, imitando l’atto dello sputo. La reazione di Greta? Una grassa risata, con tanto di riproposizione del gesto dello sputo.

Una reazione che ha inevitabilmente scatenato l’ira del web che ha prontamente chiesto provvedimenti contro questi atteggiamenti poco consoni al reality. 

Non è un caso se in queste ore è intervenuto anche lo staff di Beatrice Luzzi, a sostegno dell’attrice:

Buongiorno fan, sentiamo l’esigenza di chiarire i nostri sentimenti nei confronti di Beatrice e di quanto sta avvenendo. Come è ovvio, siamo consapevoli di quanto sia stato difficile sul piano umano il percorso della nostra Queen all’interno della casa di Grande Fratello. Ma il vostro appoggio e la vostra presenza, quasi tangibile, sono stati la più salvifica delle cure possibili per il suo stato d’animo, affaticato soprattutto dal grave e recente lutto. In quattro mesi abbiamo imparato a conoscere Beatrice, a comprendere le sue fragilità e a capire come da esse riesca sempre trarre la forza d’animo necessaria a superare ogni difficoltà. Ci siamo anche resi conto, tutti insieme, di quanta fatica possano fare gli altri esseri umani ad accettare la sua intelligenza, la sua cultura, la sua lucidità, la sua capacità di analisi. Qualità che le consentono di essere sempre consapevole di quanto le accade e di conservare le motivazioni giuste per portare avanti le sue idee. Siamo convinti che questo accadrà anche stavolta, al di là del gioco, al di là del risultato. Ma sarà necessario tutto il vostro supporto, tutta la vostra fiducia, tutta la vostra voglia di veder cambiare le cose, per sostenerla durante il percorso. Quando sarà triste, saremo con lei, come quando sarà stanca o come quando verserà qualche lacrima, noi saremo la sua spalla. Ricordate quando ci disse di non essersi mai sentita così protetta? Parlava soprattutto di voi.  Del vostro abbraccio ideale, stretto e sincero.

Portiamola fino a dove meritano di arrivare i migliori.

Lo Staff

Potrebbe interessarti anche