Erin Moran, la Joanie di Happy Days morta a 56 anni: le scuse di Scott Baio dopo le dichiarazioni shock

Dopo la morte di Erin Moran, il collega Scott Baio (che in “Happy Days” interpretava il suo fidanzatino Chachi) aveva usato parole durissime durante un’intervista radiofonica: “Se fai uso di droga e alcool, è inevitabile che tu muoia”. Un commento a caldo, che l’attore ha poi tenuto a chiarire in un lungo post pubblicato su Facebook: “Ero sconvolto e arrabbiato. Era una delle mie paure peggiori per lei”, ecco di seguito cosa è successo.

ERIN MORAN È MORTA, ARRIVANO LE SCUSE DI SCOTT BAIO

“Ero triste, incredulo e avevo un nodo allo stomaco. Ero completamente sotto shock, non sono riuscito a dormire finché continuavano ad esserci notizie sulla sua morte” ha continuato Scott Baio cercando di chiarire le sue dichiarazioni shock dopo la morte dell’amica e collega ed ex fidanzata Erin Moran. Inizialmente era stata diffusa l’indiscrezione che l’attrice fosse morta in seguito ad un’overdose di eroina, mentre successivamente è stato confermato che il decesso è avvenuto a causa di un cancro in stadio avanzato. Leggi di più a proposito di Erin Moran, la Joanie di Happy Days morta a 56 anni: le scuse di Scott Baio dopo le dichiarazioni shock

Non più “Happy Days” per Erin Moran: sul lastrico l’attrice della celebre serie tv

Erin Moran, nota con il nome “Sottiletta” Joanie Cunningham nella celebre serie televisiva Happy Days, dopo aver vissuto una vita all’insegna degli agi, grazie proprio alla sua partecipazione alla serie, ora è in bancarotta per inadempienze e si ritrova a vivere in una roulotte dopo essere stata sfrattata dalla sua casa in California.

La notizia, negli ultimi giorni ha fatto il giro dei tabloid mondiali, anche perchè, per la Moran, ancora nulla è perduto. Nonostante la sua attuale condizione di povertà, per l’attrice potrebbe infatti esserci ancora una speranza grazie ad una vecchia causa, intentata insieme ad altre co-star della serie cult contro il canale che l’ha trasmessa, la Cbs, per mancate royalties e arretrati il cui ammontare sfiorerebbe i 500 mila dollari. Leggi di più a proposito di Non più “Happy Days” per Erin Moran: sul lastrico l’attrice della celebre serie tv

Addio a Howard Cunningham e Padre Dowling: è morto Tom Bosley

Addio a Tom Bosley

Lo avevamo conosciuto nei panni di Howard Cunningham, ma Tom Bosley, morto ieri notte all’età di 83 anni, aveva una carriera di tutto rispetto alle spalle, sia in tv che al cinema.

Nato a Chicago da Dora e Benjamin Bosley, durante la Seconda Guerra Mondiale aveva fatto parte della Marina Militare statunitense. Il debutto sul palco risale al Fine arts Theatre, Our Town: era il 1947. Nel 1955 l’attore, di origini ebree, interpretò il fante di cuori in Alice in Wonderland, in tv, mentre a teatro impersonò il sindaco di New York in Fiorello, sul prestigioso palcoscenico di Broadway. Il primo ruolo cinematografico arrivò nel 1963, con il corteggiatore di Natalia Wood in Love with the proper stranger (Strano incontro), mentre sul piccolo schermo era gia apparso in Diagnosis: Unknown (Diagnosi: Sconosciuto) nel 1960; nel 1962, poi, aveva preso parte anche al telefilm Laws and Mr.Jones (La legge e il signor Jones).

Leggi di più a proposito di Addio a Howard Cunningham e Padre Dowling: è morto Tom Bosley