Luciana Littizzetto e le luci di Barbara d’Urso: “Le voglio”, blackout a Che tempo che fa – VIDEO

02/12/2019 di Emanuela Longo

Luciana Littizzetto torna a scherzare su Barbara d’Urso a Che tempo che fa. Dopo aver portato la voce dei servizi choc di Live Non è la d’Urso ieri sera ha scherzato sulle luci dell’amica e collega dell’ammiraglia Mediaset. “Voglio le luci di Barbara d’Urso”, ha chiesto durante lo spazio del programma di Fabio Fazio dedicato al suo sketch. Le luci arrivano ma poco dopo si registra un blackout nello studio: solo un caso? Fatto sta che Luciana Littizzetto resta al buio proprio mentre va in scena il suo assolo. E non è stato neppure il solo imprevisto!

Luciana Littizzetto e le luci di Barbara d’Urso: blackout in studio (Video)

Nella puntata di ieri sera di Che tempo che fa, non c’è stato solo il blackout durante l’intervento di Lucianina sulle luci di Barbara d’Urso. Nel corso della puntata, infatti, un problema di audio ha costretto il padrone di casa Fabio Fazio a chiamare la pubblicità. Poi è salita in cattedra Littizzetto: “Ho bisogno di avere delle luci migliori in faccia, perché sono le luci che mi migliorano”, ha esordito nel suo immancabile sketch.

Luciana Littizzetto

“Potrei essere quella roba lì -ha detto indicando una sua immagine in stile pin-up proiettata sullo schermo-, ma ho bisogno di luci più potenti. Voglio che mi mettiate le luci di Barbara d’Urso. Santa Barbara dei 400mila watt. I cameramen dello studio della d’Urso sugli obiettivi hanno i filtri dei depuratori, voglio quella roba lì. Adesso alla mia parola d’ordine accendete le luci e me le mettete belle cariche, voglio essere brasata come un’aletta di pollo. Proviamo”.

E quando finalmente è riuscita a raggiungere l’effetto desiderato, con lo studio illuminato a giorno succede l’impensabile: “Come sono? Non male? Ma io farei di più, questa è solo una cena a lume di candela. La parola d’ordine è rompete le rughe”. Ma poco dopo lo studio è rimasto al buio: “Secondo me ci sabotano”, ha chiosato la spalla destra di Fazio.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI