Paolo Bonolis: dal ruolo di padre a Chi ha incastrato Peter Pan?, “non ci ha giovato la collocazione al giovedì”

Il simpatico mattatore Paolo Bonolis, conduttore di Chi ha incastrato Peter Pan?, si definisce un padre all’antica. Lui, papà di Silvia, Davide e Adele, rispettivamente di 13, 11 e 8 anni, presto potrebbe nuovamente vivere le gioie della paternità. Almeno stando alle parole della moglie Sonia Bruganelli che ha confessato: “Ora lo convinco a fare il quarto figlio”. Intanto proprio il buon Bonolis ha rilasciato una intervista al settimanale Oggi nella quale ha parlato proprio del suo ruolo di padre. Ecco di seguito quali sono state le sue dichiarazioni.

Paolo Bonolis e Chi ha incastrato Peter Pan?: le dichiarazioni

Non solo un papà all’antica, ma anche un po’ bambino: Paolo Bonolis ha parlato proprio di sé nella recente intervista per l’ultimo numero di Oggi. E sul suo comportamento con i figli ha confidato: “Ad Adele, la più piccola, consento solo 20 minuti di tecnologia al giorno. Non posso pretendere che i miei ragazzi non appartengano al loro tempo, ma vorrei che avessero una disponibilità all’esperienza non solo filtrata da internet o da un meccanismo tecnologico”.

Poi esce quel lato bambino che lo descrive alla perfezione proprio la piccola Adele: “Il mio papà è un bambino quando guarda le partite dell’Inter perché urla. Lo sentiamo fino al piano di sopra e si arrabbia tantissimo se l’Inter perde”.

Inevitabile un commento sulla trasmissione che conduce nella prima serata del giovedì di Canale 5, Chi ha incastrato Peter Pan?. “Mediaset ha voluto riprenderlo dopo 7 anni e io l’ho fatto di buon cuore mettendoli sull’avviso che in sette anni i bambini sono cambiati molto. Oggi, quelli di 9 anni sembrano dei quattordicenni rispetto a quelli di allora”, ha dichiarato. “Hanno una possibilità di accedere al mondo diversa e sono meno “stupibili”. Sono quasi adolescenti”, ha aggiunto.

Bonolis ha voluto però lanciare anche qualche piccola critica: “Così in questa nuova edizione ci siamo trovati ad affrontare una situazione più difficile. In più, rispetto agli ascolti, non ci ha giovato la collocazione al giovedì. Però mi piace farlo e sono contento che l’azienda abbia preso questa decisione”.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *