Ti lascio una canzone: da febbraio torna in TV con Antonella Clerici e la vecchia formula

Ieri abbiamo scritto degli articoli relativi alla televisione che vedremo in questo nuovo anno (clicca qui e qui), dedicando però una partesi a parte per C’è posta per te (clicca qui). Oggi, faremo esattamente la stessa cosa con Ti lascio una canzone, il programma in onda sulla rete ammiraglia di casa Rai e condotto da Antonella Clerici. Da febbraio infatti, il fortunato programma tornerà in pista con una nuova edizione e, dopo la variazione da festa a talent della precedente anno, si tornerà al vecchio stile.

Questo infatti è quello che emerge attraverso le pagine di Sorrisi e Canzoni TV che, questa settimana, ha dedicato molto spazio alla televisione che vedremo questo nuovo anno. La “svolta talent”, pare non abbia giovato alla trasmissione specie perché, i commenti negativi dei giudici hanno fatto perfino piangere i bambini in gara, regalandoci uno “spaccato” televisivo forse un po’ troppo duro. Questo nuovo anno invece, il programma sarà una vera festa.

I giovanissimi partecipanti (tra gli 8 e i 15 anni), canteranno solo per la gioia di farlo, senza pesanti classifica a demoralizzarli o deconcentrarli. Questa importante svolta era già stata annunciata da Antonella Clerici durante un’intervista a Sorrisi lo scorso autunno: “Ci sarà un ritorno al passato. Si parla tanto di tutela di minori e spesso con polemiche pretestuose. Faremo un passo indietro: ci sarà la giuria, ma la gara sarà fra le canzoni e non più fra i bambini. Loro penseranno solo a divertirsi”.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Comments

    lorenzo

    (16 gennaio 2014 - 10:33)

    Volevo partecipare ho chiesto via e-mail assistenza, ma nessuno mi ha risposto e perciò non sono riuscito ad iscrivermi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *