Barbara d’Urso e le continue citazioni alla Comare Cozzolino, morta tre anni fa

Ogni volta che Barbara d’Urso vuole essere chiara oppure che i suoi ospiti in studio esprimano un concetto più diretto e chiaro a tutti quanti, cita quasi sempre la famosissima Comare Cozzolino. Tipico esempio di donna comune dell’Italia del Sud. Del resto, nell’ultimo numero di Sorrisi e Canzoni TV in edicola lo scorso martedì, la conduttrice di Pomeriggio Cinque e Domenica Live ha scritto un divertente articolo dove evidenziava le “abitudini” delle signore mentre guardano il suo programma, scrivendo: “Le mie amate signore stirano! L’attività preferita, davanti alla TV del pomeriggio, è proprio stirare”.

“Lo so perché me lo dite voi” ha quindi aggiunto la conduttrice, per poi scrivere: “Ecco perché ogni giorno, durante Pomeriggio Cinque mi rivolgo a voi con la mia frase-tormentone: ‘Care amiche, mentre siete lì che state stirando…'”. La conduttrice avrebbe dovuto interrompere Pomeriggio Cinque il 13 dicembre per la pausa Natalizia ma, dati gli ottimi ascolti il programma andrà avanti per un’altra settimana, fino quindi al 20 dicembre.

Ma dopo tutta questa lunga parentesi, cosa c’entra la Comare Cozzolino che abbiamo citato ad inizio articolo? Secondo il nuovo numero di Chi in edicola da oggi, tramite le Chicche di gossip abbiamo appreso una spiacevole notizia; la Comare Cozzolino non solo esisteva (mea culpa, credevo fosse frutto della fervida immaginazione di Barbara d’Urso) ma purtroppo è morta ben tre anni fa. A darne l’annuncio è stata l’agente Arianna Tronco, che per altro anni fa aveva messo in contatto la signora con la conduttrice TV. E’ arrivato il momento di cambiare nome alla Comare o almeno di ricordarla con un caloroso applauso?

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *