Karim Capuano a Pomeriggio Cinque: “Mi sono difeso, voglio bene a Remo. Non so quanto rischio, ho paura del mondo”

Nella puntata odierna di Pomeriggio Cinque, il programma condotto da Barbara d’Urso, è stato raggiunto telefonicamente Karim Capuano, dopo la terribile rissa con un amico al quale è stato strappato l’orecchio a morsi. Si parte con un RVM che ripercorre la prima intervista all’ex tronista di Uomini e Donne (clicca qui per leggere l’articolo), di ritorno in studio la d’Urso ha mandato in onda un altro servizio con la versione di Remo Rullo (l’uomo al quale è stato strappato orecchio da Capuano).

“Lui ha iniziato ad offendermi senza motivo” ha affermato telefonicamente Rullo, per poi continuare: “Era molto nervoso, ha dato dei pugni nella macchina e davanti il cancello di casa ha ricominciato a darmi pugni sulla spalla destra, sempre più forti, io ho cercato di difendermi come potevo. Si è avventato prima sulla mano, poi si è buttato sul viso ed ha preso il mio lobo, ho cinquanta punti tra lobo e orecchio…”. Karim invece, ha affermato “quasi” il contrario: “Io non voglio replicare, io mi sono difeso. Posso dire solamente che avevo la faccia tutta graffiata. Mi scuso con Remo, mia madre e le mie sorelle. Io lo ritengo un grande amico…”.

A quanto pare Karim aveva anche bevuto, ma lui afferma che non è così: “Abbiamo bevuto due Spritz a testa all’aperitivo e una coca light al ristorante. C’è stata una lite in macchina”. La d’Urso ribadisce che l’avvocato di Rullo in trasmissione da lei ha portato un referto medico con scritto che l’uomo ha 50 punti e la metà del suo orecchio è stata trovata alla cinque del mattino in macchina, in quanto Karim, dopo averlo staccato, pare averlo sputato via: “Io ho visto il suo orecchio con un cerotto, io ripeto a me dispiace. Io sono stato attaccato e mi sono difeso. C’era stato un diverbio, ho dato dei pugni sul vetro, stop. Sono pronto a risarcire la persona se la colpa è tutta la mia. La giustizia deciderà cosa fare”, ha quindi dichiarato.

Successivamente la conduttrice ha mandato in onda un estratto di Che tempo che fa, con Luciana Littizzetto che ironicamente affermava: “Karim Capuano si è incazzato ed ha staccato un orecchio a morsi al vicino di casa. Ma ti puoi chiamare Karim? È un nome da dobermann. Non ho capito se l’orecchio l’ha staccato e sputato o masticato e mandato giù. Sai cosa ha dichiarato? “Sono a pezzi!” lui? Pensa l’altro! Il suo avvocato ha detto che si è solo difeso”. Karim di ritorno in studio ha quindi dichiarato: “Ognuno fa il suo mestiere, lei è bravissima, ma il fatto è che io sono stato aggredito e mi sono difeso. Remo lo sostenevo in tutto e per tutto. Non sono pazzo che attacco una persona senza motivo”.

In ultimo la d’Urso ha raccontato che la madre dell’ex tronista non esce di casa da giorni e che poco tempo fa l’uomo ha anche perso il padre. Karim ha confermato e ringraziato le sue sorelle per il sostegno: “Non so quanto rischio, adesso ho paura del mondo” ha quindi esclamato quando la d’Urso lo incalzava sulla pena che rischia per poi affermare: “Comprendi che questo non è il modo di rapportarsi, né da parte tua né dall’altra persona?”.

L’uomo ha quindi concluso esclamando: “Voglio bene a Remo. Io ripeto, non penso che io abbia fatto le cose così. Se ho reagito in un modo è perché sono stato attaccato. Bisogna trovarsi nella circostanza, non è il mio stile questo…”. Successivamente la conduttrice prima di salutarlo, l’ha invitato in studio quando avrà voglia, per spiegare la sua “verità”. Ma mi chiedo: c’è ancora bisogno di parlarne?

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *