Giornata Mondiale senza Tabacco: oggi su Sky l’ultima puntata di Domani smetto con Elena Di Cioccio

Oggi è una giornata molto importante sul piano della prevenzione, poiché ricorre la Giornata Mondiale senza Tabacco (World No Tobacco Day 2013), il consueto appuntamento annuale giunto alla sua 27esima edizione ed indetto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO). In occasione di tale ricorrenza, andrà in onda oggi su Sky Uno HD, a partire dalle ore 19:25 l’ultima puntata della trasmissione condotta da Elena Di Cioccio, Domani smetto, il docu reality che mostra cosa siamo disposti a fare per una sigaretta. Non, dunque, un genere “medical” né un coaching.

Per la prima volta in assoluto, dunque, Domani smetto rappresenta un docu reality incentrato su questo argomento e Sky è stata la prima rete italiana ad aver deciso di accettare questa sfida. I protagonisti della trasmissione che vede alla guida la Di Cioccio, ha come protagonisti dei fumatori incalliti, disposti davvero a tutto per una sigaretta, capaci addirittura di mettere da parte imbarazzo e dignità pur di avere l’oggetto del desiderio tra le dita.

Nonostante questo, sono persone che vorrebbero smettere di fumare, e ci provano, mettendo in gioco le loro convinzioni e le loro abitudini. Nel loro percorso saranno accompagnati da un team di specialisti, e durante la trasmissione scopriranno che anche la loro dipendenza può essere smantellata.  Alla base non ci sarà nessun metodo miracoloso, né libri da apprendere a memoria. Il programma Sky metterà semplicemente a disposizione delle persone che hanno davvero voglia di smettere di fumare i mezzi per liberarsi da questa dipendenza, che potrebbero essere applicati a qualsiasi altra forma di dipendenza.

In ciascuna puntata Elena mette nero su bianco la lista delle “sigarette irrinunciabili” per il protagonista; per averle dovrà superare tutta una serie di prove buffe, divertenti, faticose, ma sempre illuminanti, utili per capire cosa si è disposti a fare per una sigaretta “premio”.

Fra le tante prove che dovranno “subire” gli accaniti fumatori, ci sarà quella di   andare  in giro con un cartello con su scritto “insultami” prendendosi gli insulti dei passanti; inoltre, pur di fumare una sigaretta legata al collo di una capretta, i fumatori  correranno dietro la povera bestiola per poter accalappiare la sigaretta. Alla fine di ogni prova, sempre con divertimento e ironia, sarà inevitabile chiedersi se davvero ne vale la pena. E alla fine della puntata, decidere se smettere o no.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all’Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Comments

    romeo

    (31 maggio 2013 - 21:12)

    Il fumo è la più stupida mortale e costosa trappola che l’uomo si sia mai costruito! Inoltre ha un vantaggio inestimabile: prima o poi porta ad un infarto cardiaco che abbrevia la vita del fumatore tanto da risparmiargli di morire di cancro ai polmoni! Smettere di fumare è la più saggia ed intelligente delle decisioni che una persona possa prendere per se stessa e per gli altri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *