Rosy Abate, anticipazioni: Leonardino, dopo 5 anni l’incontro tra madre e figlio – VIDEO

23/11/2017 di Emanuela Longo

Per la terza puntata della fiction Rosy Abate, in onda la prossima domenica su Canale 5, la protagonista interpretata da Giulia Michelini incontrerà finalmente l’amato figlio Leonardino, che ormai credeva morto da tempo. Proprio a TgCom24 uno degli sceneggiatori della serie ha raccontato in esclusiva cosa accadrà nei prossimi appuntamenti: “Rosy dovrà scoprire il mistero che riguarda suo figlio e per farlo dovrà insinuarsi nella nuova vita di Leonardo”, ha svelato. Dopo aver scoperto nella prima puntata che Leonardino era ancora vivo, ora a Rosy non resta che correre da lui. Nella prossima puntata scoprirà dove si trova e con chi è cresciuto in tutti questi anni.

Rosy Abate e Leonardino: l’incredibile incontro

L’incontro tra Rosy e Leonardino sarà davvero spiazzante, come già si è avuto modo di intuire al termine della precedente puntata proprio per il fatto che il piccolo non ha riconosciuto la madre. Per questo, nella terza puntata in onda domenica, Rosy si presenterà come la domestica alla nuova famiglia di Leonardino. “Toccherà a Rosy nelle prossime puntate scoprire il mistero che riguarda suo figlio, segreti che la metteranno ancora una volta a dura prova”, ha spiegato lo sceneggiatore Mizio Curcio.

Pur avendo provato a mettersi il passato alle spalle, Rosy Abate ha provato a ricrearsi una vita con Francesco. “L’uomo si è innamorato di lei credendola Claudia Lodato, la commessa di un supermercato…”, dice lo sceneggiatore. Dopo la sua morte, però, tutto è cambiato. Luca vuole vendicare l’amico ed è sulle tracce di Rosy. “Luca, in qualità di poliziotto e migliore amico di Francesco è determinato a scoprire chi c’entra con la sua morte. E’ così che scopre la vera identità di Claudia: è in realtà la pericolosa Rosy Abate dichiarata morta anni prima. Luca darà la caccia a Rosy scoprendo tutte le sue fragilità e la motivazione profonda che l’ha spinta a rimettersi in gioco”, dice.

Ovviamente sulla strada della donna non mancheranno i tanti nemici anche in futuro. “Gli ostacoli sul suo cammino non mancheranno ma nulla potrà impedirle di lottare per riavere la cosa più importante al mondo, suo figlio”.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI