Pietro Taricone, funerale: perché era presente solo Marina La Rosa? Ex Grande Fratello svela il motivo

29/06/2020 di Valentina Gambino

Pietro Taricone e Marina La Rosa

Dieci anni fa si spegneva Pietro Taricone dopo un tragico incidente con il paracadute. L’ex volto amatissimo del primo Grande Fratello è sempre stato ricordato dagli amici e, anche questa volta, Lorenzo Battistello ha svelato un aneddoto particolare sul funerale che aveva visto la presenza solo di Marina La Rosa.

Funerale Pietro Taricone, ecco perché c’era solo Marina La Rosa del GF

Marina si era trasferita a Roma. Anche Pietro viveva lì e si frequentavano, avevano un legame di amicizia. Quando Pietro è morto, Marina era ai funerali. Aveva un rapporto di conoscenza anche con Kasia Smutniak. L’ha vissuto in maniera più dolorosa per questo. All’epoca mi contestò il fatto di non essere andato ai funerali. Io mi trovavo a 1000 chilometri e ricordo che i funerali furono celebrati molto velocemente, pochi giorni dopo mi pare. Fu uno shock, non ebbi nemmeno il tempo di organizzare lo spostamento. Poi Marina è una persona molto sensibile.

Queste le dichiarazioni dell’ex del Grande Fratello, raggiunto da FanPage.it. Successivamente Battistello ha aggiunto:

Ai funerali di Pietro c’era solo Marina. Credo che se fosse successo oggi saremmo stati lì tutti e nove. È stato il momento, nella nostra testa il Grande Fratello in quel periodo era finito. Quell’unità mancata all’epoca l’abbiamo ritrovata adesso.

Pochi giorni fa, sempre Lorenzo Battistello si è raccontato su Radio Cusano TV Italia, svelando un altro racconto con protagonista Taricone:

La serata dell’ultima rimpatriata con i ragazzi del GF è un ricordo molto bello che porto dentro di me. Con Pietro non c’è stato il tempo di conoscersi profondamente, però lì ho percepito il rispetto che lui aveva per me. Questo mi ha lasciato il ricordo di una persona vera, buona, che voleva solo stare bene.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Sono passati 10 anni dalla scomparsa di Pietro Taricone, morto a 35 anni all’ospedale di Terni, il giorno dopo un lancio con il paracadute. ‘O guerriero, come lo avevano soprannominato i suoi fan e gli altri “reclusi” nella casa del primo Grande Fratello andato in onda in Italia, amava le sfide e il volo sportivo era sempre stato la sua passione, un amore condiviso con la compagna Kasia Smutniak. Lei, la bella modella polacca, anche quel giorno si era lanciata dall’aereo subito dopo di lui. ⁣ ⁣ Un volo finito in tragedia, con il paracadute di Pietro che si avvita, fa una virata pericolosa e si schianta al suolo all’improvviso. Poi la corsa in ospedale a Terni, ‘o guerriero che combatte la sua battaglia più difficile ma 24 ore dopo è costretto ad arrendersi: troppo gravi il trauma e le numerose fratture riportate. ⁣ ⁣ Taricone era stato il protagonista indiscusso della prima storica edizione del Grande Fratello dove si era classificato al terzo posto. Ma era stato lui, con il sorriso contagioso e il piglio da guascone da ragazzo di provincia (nato a Frosinone e cresciuto a Caserta) a conquistare tutti. Un approccio “naturale” con il pubblico, che a distanza di dieci anni non lo ha dimenticato. ⁣ ⁣ Dopo il reality, la carriera da attore. Il cinema si era accorto di lui e sul set aveva conosciuto Kasia Smutniak che diventerà la sua compagna e la madre di sua figlia Sophie. ⁣ ⁣ A dieci anni dalla terribile tragedia che si è portata via Pietro, la Smutniak tiene viva la sua memoria con la Pietro Taricone Onlus, una fondazione che dal 2011 segue i progetti benefici a favore dei bambini disagiati. A Ghami, un villaggio nel Mustang, in Nepal c’è una scuola intitolata a un “guerriero” sfortunato che però è rimasto nel cuore di tutti quelli che lo hanno conosciuto.⁣

Un post condiviso da Blogtivvu.com – Gossip e TV (@blogtivvu_com) in data:

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI