Olimpiadi di Londra 2012, Alex Schwazer squalificato per doping: in tv, è stato protagonista dello spot del Kinder Pinguì – VIDEO

07/08/2012 di Emanuela Longo

E’ arrivata ieri, come una doccia fredda, la notizia che proprio non ci aspettavamo di ricevere, relativa alla squalifica di un nostro atleta italiano, prima ancora del suo arrivo a Londra. Alex Schwazer, campione olimpico di marcia a Pechino, per decisione del Coni è stato squalificato dai Giochi Olimpici di Londra 2012 dopo essere risultato positivo all’eritropoietina nel corso di un test a sorpresa effettuato lo scorso 30 luglio a Oberstdorf, dove abita e si allena la sua compagna, la pattinatrice Carolina Kostner.

Una doccia fredda che ha fatto male più di tutti al suo allenatore, Michele Didoni, ma poi al mondo dello sport in generale. E a poco servirà, ora, quell’ammissione di colpa avvenuta prima ancora di essere sottoposto al consueto interrogatorio dalla procura antidoping in seguito al quale rischia ora due anni di stop.

Ho sbagliato, la mia carriera è finita. Meglio non chiedermi come sto… Volevo essere più forte per questa Olimpiade. Ho fatto tutto da solo, di testa mia. Mi assumo ogni responsabilità, volevo andare più forte ai Giochi.

Queste le dichiarazioni del 27enne Alex Schwazer, alla vigilia della gara in cui avrebbe dovuto difendere il titolo olimpico della 50 km di marcia. Tra le conseguenze delle sue azioni, ora ci sarà anche un procedimento disciplinare dall’Arma dei carabinieri, per i quali è tesserato ed è stato scaricato dallo sponsor Ferrero. Alex, televisivamente parlando, lo ricordiamo infatti per averci messo il volto nello spot pubblicitario del Kinder Pinguì (il video alla fine dell’articolo).

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI