Breaking Bad, la serie tv torna ma in realtà virtuale: le anticipazioni

08/06/2017 di Emanuela Longo

Se vi dicessimo che il professor White e l’inseparabile Jessie stanno per tornare? Chi non ha mai visto la serie tv Breaking Bad difficilmente comprenderà l’entusiasmo dei fan. Dopo cinque stagioni record all’insegna dell’alta tensione ed uno spin-off di grande successo, Better Call Saul, la serie televisiva cult è pronta a tornare ma in una veste del tutto inedita. Di cosa si tratta? Ad anticiparlo è stato lo stesso creatore, Vince Gilligan, che ha dichiarato di essere già al lavoro con Sony.

Breaking Bad, la serie tv: il sequel in realtà virtuale

L’intento è quello di realizzare un’esperienza in realtà virtuale basata sulla celebre serie tv Breaking Bad, sebbene al momento manchino maggiori dettagli in merito. Ciò che si apprende è che non si tratterà di un gioco, come si potrebbe intuire, ma per vedere concretamente il progetto occorrerà attendere almeno per l’inizio del prossimo anno.

Intanto, alcune dichiarazioni giungono da parte di Andrew House di Sony Interactive Entertainment, che a Variety ha dichiarato: “Abbiamo organizzato al nostro campus una giornata con sette tra i migliori show runner, come David Shore e Ron Moore, insieme a Vince (Gilligan ndr.) e altre persone”. Tutte queste persone, a sua detta, hanno giocato alla realtà virtuale.

“Diversi di loro sono rimasti affascinati, ma è stato Vince a dire ‘Voglio davvero fare qualcosa con tutto questo, voglio sperimentare””, ha aggiunto. E per farlo ha scelto proprio la serie tv di successo. Per comprendere sino in fondo di cosa si tratta, però, occorre attendere ancora qualche mese. Curiosi di capire quale sarà il nuovo modo in cui il professor White trafficherà dietro i fornelli insieme al fidato Jessie?

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI