Barbara d’Urso VS Lorella Cuccarini: è il momento della replica di Domenica 5 con un’intera redazione in sommossa

14/01/2010 di Valeria Panzeri

Secondo capitolo di quella che potrebbe diventare una saga degna di far concorrenza, non dico a Star Wars, ma quantomeno ad Harry Potter.

Ieri Blog Tivvu ha dedicato uno spazio inerente alla querelle Lorella Cuccarini Vs Barbara D’Urso. L’incidente diplomatico riguarda le dichiarazioni che la Cuccarini ha rilasciato circa la volgarità che contraddistingue il salotto di Domenica 5. La più amata dagli italiani non si è risparmiata e, pur sottolineando il proprio affetto nei riguardi della collega Barbara D’Urso, ha asserito di non riuscire nemmeno a guardare il programma da lei condotto.

La D’Urso ha evitato l’attacco frontale optando per un comunicato stampa a cura della redazione del celebre programma Mediaset. Ecco i passi sostanziali della risposta alle critiche di Lorella da parte di tutto lo staff di Domenica 5:

Fermo restando il legittimo diritto di critica, i ripetuti attacchi a Domenica 5, vadano a svilire il lavoro giornalistico di un’intera redazione, attacchi che sviliscono anche l’operato della conduttrice Barbara d’Urso e di tutte le persone che ogni giorno sono impegnate nella realizzazione del programma.
Domenica cinque rappresenta nel palinsesto di Canale 5 uno spazio strategico che dopo anni è tornato ad essere un contenitore giornalistico con conseguenti risvolti positivi anche dal punto di vista occupazionale. Sottolineiamo inoltre, che il lavoro dei giornalisti di Videonews ha permesso di confezionare esclusive e approfondimenti che hanno fornito al pubblico televisivo e agli altri media, informazione e occasione di riflessione.

Dunque il contrattacco è stato strategico: si è deciso di ignorare le accuse riguardanti “la violenza verbale” che la Cuccarini ha ritenuto etichettabile come sinonimo di volgarità giocandosi la carta dello “spostamento d’attenzione”. Ovvero, rispondere evitando di dare eccessivo eco alle critiche mosse puntando piuttosto su ciò che può apparire come l’elemento più credibile e nobile che caratterizza Domenica 5: il giornalismo e il senso civico che ne deriva: informare le persone.

Lo scontro è tra Titani, ma nessuna delle due parti è, come si suol dire, sprovveduta.

COMMENTI