Anna dai capelli rossi: dal cartoon anni ’80 alla serie tv, prime indiscrezioni

15/01/2016 di Emanuela Longo

Chi ha più di trent’anni, con ogni probabilità ricorderà uno dei cartoni animati cult negli anni ’80, Anna dai capelli rossi. La serie animata, tratta dal romanzo dei primi del ‘900 scritto da Lucy Maud Montgomery, narra la storia di Anna Shirley, orfana di entrambi i genitori dall’età di tre mesi. Dopo aver cambiato due famiglie ed aver vissuto in orfanotrofio, Anna sarà adottata (per un disguido) dai due fratelli, Marilla e Matthew Cuthbert, nonostante quest’ultimo volesse un ragazzo in modo da poter ricevere un aiuto nei campi. Da lì ed all’età di 11 anni, prenderà il via la nuova vita di Anna.

Anna dai capelli rossi sarà presto una serie tv: tutte le info

Dal cartoon alla serie tv: sarà questo il destino per Anna dai capelli rossi, in base a quanto annunciato dall’emittente inglese CBS, che ha deciso di produrre una serie tv in programma per il 2017. Una bella notizia per chi ha sognato con la storia della piccola protagonista Anna che ora potrebbe rivivere in personaggi in carne ed ossa.

Il cartone Anna dai capelli rossi, noto anche come Anna dei tetti verdi, oppure Anna dei verdi abbaini (Anne of Green Gables) è tratto dal romanzo della canadese Lucy Maud Montgomery, inizialmente destinato a lettori di tutte le età ma che poi è diventato nel tempo un vero e proprio classico della letteratura per ragazzi.

In merito al cartoon – che presto diventerà una serie tv – è stato prodotto dalla Nippon Animation per un totale di 50 episodi, e trasmesso per la prima volta in Giappone nel 1979. In Italia arrivò nel 1980 con la messa in onda su RaiUno e RaiDue. Agli inizi degli anni ’90 fu trasmesso anche su Cinquestelle e dal 2004 è stato trasmesso in replica sulle reti di casa Mediaset. Qualche anno dopo, in occasione del trentennale del cartoon, la Nippon Animation ha prodotto uno speciale intitolato Sorridi, piccola Anna, giunto in Italia nell’ottobre del 2010.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI