X Factor 4: lo scugnizzo Ruggero torna a casa; Nevruz resta nonostante le stecche

07/11/2010 di Valentina Gambino

La puntata di ieri di X Factor, si è aperta cantando un medley di successi del sabato sera. I talenti in gara accompagnati da Francesco Facchinetti e Lorella Cuccarini hanno intonato alcuni dei pezzi più famosi, e la Cuccarini, in un momento di “euforia” si è perfino ruzzolata a terra. Niente paura, la signora della domenica dopo poco si rialza e prosegue la sua esibizione.

La serata si è suddivisa in due manche.

Al via la prima manche dedicata alle grandi sigle del sabato sera; aprono la gara i Kymera con L’aria del sabato sera di Loretta Goggi. Di classe come sempre, intonati e magnetici.

Tutti i giudici si complimentano con i ragazzi e la Cuccarini trova il pezzo un po’ in stile Bjork (sei davvero sicura di quello che affermi?). Inoltre, ovviamente, fa i complimenti ai ragazzi come coppia in quanto “elogio della normalità”… ma lei non era quella contro i matrimoni gay? I Kymera non sono sposati, questo è vero.

E’ la volta di Davide con Arriva la bomba di Jhonny Dorelli. Culi e tette al vento attorno al ragazzo che però, non perde la concentrazione. Tutti si complimentano come sempre del resto, un film già visto.

Proseguiamo pure.

Dopo Davide è il turno di Nathalie con Fortissimo di Rita Pavone. Una donna di classe per un pezzo di classe cantato con stile. Brava, bravissima.

Anche i giudici si complimentano con lei, anche se la Tatangelo vorrebbe che la ragazza perdesse un po’ di malinconia e sorridesse di più. Ma basta! Io non la ricordo scompisciarsi dalle risate mentre cantava Essere una donna, voi sì?

Ovviamente anche ieri sera lo “show” riguardante Stefano va in onda come una puntata della nostra serie televisiva preferita. Enrico Ruggeri lo reputa troppo fragile, Mara s’incazza ribadendo di aver conosciuto tanti artisti fragili e pieni di dubbi.

Facchinetti giustamente ribadisce senza mezzi termini:

Scusate, mi sembra una discussione spiacevole con Stefano a 5 cm da voi.

Bando alle ciance, tocca proprio a Stefano con Domenica è sempre domenica.
Esibizione discreta e il ragazzo riceve i complimenti anche da parte dei giudici, talvolta stucchevoli, auguri di buona vita fuori dal talent ecc, ecc.

E’ il turno di Nevruz con Mille e una sera dei Nomadi. L’esibizione non convince, il ragazzo stecca un paio di volte in maniera peraltro visibile. L’esibizione non convince nemmeno i giudici, le stecche sono state davvero troppe e il ragazzo non è riuscito ad essere gradevole come al solito.

E’ il turno di Ruggero con Dove sta Zazà? Di Gabriella Ferri. Grande responsabilità per un pezzo di questo calibro, ma il ragazzo riesce a cavarsela egregiamente. Tutti d’accordo tranne la Tatangelo.

Intanto, prima della pubblicità una clip ci presenta un insolito trio composto da Simona Ventura, Claudia Mori e Morgan. Ospiti a quanto pare della prossima puntata del talent, e lì, ne vedremo sicuramente delle belle, non vedo proprio l’ora.

Si torna in studio con i Voca People, bene è arrivato il momento di andare a fare pipì e rimboccare le coperte ai bambini.

Fine della prima manche, a rischio di ballottaggio Ruggero.

Arriva anche Max Tortora intonando Vorrei che fosse amore e subito dopo si siede tra i giudici per esprimere il suo parere sui talenti e le canzoni della seconda manche.

Davide sale sul palco per cantare Come together. Pezzo evidentemente nella sue corde, ed infatti si complimentano davvero tutti, Tortora compreso.

Dopo Davide è il turno dei Kymera con Uprising dei Muse. Un pezzo rock, che a differenza di quello che afferma il suo giudice per una volta non si adatta al duo. Ma nonostante questo, riescono ad uscirne bene, nonostante qualche critica da parte dei giudici.

Nathalie con Brass in the pocket dei Pretenders ci convince come sempre ed anche i giudici sembrano nuovamente tutti d’accordo. Ve ne prego, fate vincere questa ragazza.

Stefano con You are not alone di Michael Jackson, sembra cavarsela meglio della precedente esibizione, e anche Nevruz con Gioia e rivoluzione degli Area riesce a fare meglio ma nonostante questo finisce in ballottaggio insieme a Ruggero.

Il piccolo di casa viene mandato dietro le quinte causa mezzanotte in stile Cenerentola, al suo posto, sale sul palco il padre. Viene quindi mandata in onda una esibizione di 7mila caffè registrata precedentemente, mentre Nevruz tira nuovamente fuori Se telefonando.

I giudici indecisi lasciano decidere al pubblico da casa mandando il Tilt e quindi 200 secondi per votare il migliore, nessun dubbio, Nevruz rimane e Ruggero se ne va sia a nanna che via dal talent.

Tutti d’accordo?

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI