X Factor 3, verso la finale. Identikit dei protagonisti. MARCO MENGONI

01/12/2009 di Valentina Gambino

Marco Mengoni nasce a Ronciglione (VT), il giorno di Natale del 1988.
E mi viene da pensare ad un regalo scartato sotto l’albero accompagnato da un primissimo acuto in stile pop.

Fin da piccolo ascolta musica di qualsiasi tipo, questa “precoce” passione gli entra nelle ossa fin da subito.

Alla tenera altezza di 70 cm. comincio ad ascoltare di tutto,

scrive personalmente sul suo myspace ufficiale.

Dal pop, all’r&b, al soul, al rock, 70 cm di cultura musicale che crescono nel corso del tempo insieme all’altezza. Carattere timido, riflessivo, cinico e introverso.
Marco scopre prestissimo il karaoke e comincia a cantare di nascosto per via di una forte timidezza che, in seguito, verrà male interpretata come “strafottenza e indifferenza” anche sul palco di “X Factor”. Certe doti però, non verranno “nascoste” per molto tempo. I suoi genitori lo ascoltano e si convincono che la strada giusta da far percorrere al figlio sia quella della musica e del perfezionamento di essa, così lo iscrivono ad un scuola di canto. Marco studia e rende la sua voce decisamente più raffinata.
Viene coinvolto ben presto in vari progetti musicali, dai quintetti canori realizzando cover per serate in piazza, al progetto solista, fino ad arrivare un paio di mesi fa a provare con un suo gruppo, con il quale girerà nei club presentando oltre alle cover anche un suo repertorio personale.

Nelle prime puntate di “X Factor” sembrava smarrito, confuso e le incomprensioni con Morgan gli lasciavano poca possibilità di replica. Ma Marco quel tanto ricercato fattore “X” ce l’ha tatuato addosso, sulla pelle in maniera indelebile.
Sale sul palco e si trasforma, diventa un animale da palcoscenico, canta, interpreta, balla, sorride e si commuove. Convince la giuria e il pubblico da casa, tanto da arrivare in finale senza mai passare dal tanto temuto ballottaggio.
Candidato alla vittoria del programma, senza giri di parole, senza dubbi.

Nella semifinale ha presentato l’inedito “Dove si vola”, testo relativamente semplice e un po’ banale, ma Marco è un’Artista con la “A” maiuscola capace d’interpretare in musica perfino “l’elenco telefonico” (come lo stesso Morgan ha affermato dopo l’ascolto del pezzo).
Una vittoria scontata quindi? Perché no! Se tutte le cose scontate della vita possedessero l’ugola d’oro di Marco Mengoni quanto meno la musica italiana godrebbe di un repertorio musicale di tutto rispetto.

CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO DELL’INEDITO PRESENTATO DURANTE LA SEMIFINALE DI X FACTOR.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI