Vittorio Sgarbi nella prima serata di RaiUno, da questa sera: “Io, più che conduttore sarò condottiero”

18/05/2011 di Emanuela Longo

Dopo i vari tira e molla, alla fine Vittorio Sgarbi ce l’ha fatta davvero ad approdare nella prima serata di RaiUno con la sua nuova trasmissione. Avrebbe dovuto inizialmente intitolarsi Il mio canto libero, ed invece a quanto pare si chiamerà con ogni probabilità Ci tocca anche Vittorio Sgarbi, con sottotitolo “Or vi sbigottirà”, anagramma del nome dello stesso conduttore. In programma, salvo imprevisti, ben cinque prime serate, aventi come tema, Padre, Donna, Libertà e Giustizia, Vero e Falso, Bellezza e Follia. Una vera e propria sfida, quindi, difficile da vincere per un programma in prima serata, ma lui, il padrone di casa, come afferma sull’ultimo numero del settimanale Tv, Sorrisi e Canzoni, se ne frega:

Lo faccio proprio per questo: voglio portare in prima serata gli argomenti della terza serata. Questa é la mia rivoluzione,

dichiara sul settimanale diretto da Alfonso Signorini.

Nonostante il suo programma che vedrà finalmente la luce nella prima serata di oggi sia stato definito a gran voce come l’anti-Saviano, in contrapposizione alla trasmissione Veni via con me, Sgarbi non ci sta ed anzi, dopo aver ritenuto “una totale invenzione” questo paragone, confermando, al contrario, come il suo programma derivi in realtà dalla concezione di Fazio e Saviano, la sua maggiore sfida ora sembra essere un’altra, ovvero quella di riuscire a superare il primato di Saviano di riuscire ad intrattenere il pubblico da casa per ben 20 minuti di monologo. Dice in merito Sgarbi:

Nessuna contrapposizione ideologica o culturale, solo il compiacimento di cercare di fare un minuto più di lui. La struttura portante è di tre monologhi, il primo oltre i 25 minuti.

In merito, inoltre, alla presenza fissa, al suo fianco, di Morgan, Sgarbi sembra esserne orgoglioso, dichiarando:

Sono il primo ad averlo presentato come poeta, 12 anni fa, quando pubblicò un libro di poesie. Da noi suonerà Bach in duetto virtuale con il pianista Glenn Gould, e discuterà di Dio con il vescovo di Noto.

Ma oltre a Morgan, presenza fissa in tutte le puntate, Vittorio annuncia anche la presenza di altri ospiti di primo livello, tra cui Franco Battiato, Patty Pravo, Ornella Vanoni, Gianni Boncompagni. Non mancheranno neppure le presenze femminili della trasmissione. A detta del conduttore, una certa sarebbe quella di Monica Marangoni.

Io, più che conduttore sarò condottiero,

commenta in merito.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI