Video Intervista a MARA MAIONCHI in esclusiva per Blog Tivvù

24/10/2009 di Valeria Panzeri

Il resoconto di questo divertentissimo incontro parte ben prima della mia intervista a Mara. Precisamente il week end precedente in cui, galvanizzata e propositiva, decido di recarmi in libreria ad acquistare il suo libro al fine di prepararmi alla grande; agguantata una copia mi reco in cassa e la ragazza che mi serve mi guarda come se, in virtù di quella scelta, fossimo già amicone. Io ricambio il sorriso con un fare interrogativo al che lei esplode, si vedeva che moriva dalla voglia di dirmelo, e dichiara che il suo sogno è farsi adottare da Mara Maionchi. Ma al peggio non c’è mai fine, di fianco a me c’è una bella signora sulla cinquantina che si fa contagiare dalla follia e dichiara “Anch’io, anch’io”. Ebbene quella signora sulla cinquantina era mia madre!
E non vi sto a dire quanto la mia carissima amica Silvia mi abbia tediata in merito al fatto che se avesse la signora Maionchi al posto mio come amica riceverebbe saggi consigli.

Insomma c’è chi vuole essere adottato da Mara, chi la brama come migliore amica e chi le riconosce quasi dei poteri taumaturgici. Santa Mara da Bologna pensaci tu.
Quando giungo nel suo studio, con la troupe di Blog Tivvù delle grandi occasioni al seguito, sono un pochino in soggezione, sovraccaricata dall’aura che la Maionchi possiede. Invece di colpo diventa tutto semplice e divertente. Mara non è ancora arrivata, le sue collaboratrici, operose come formichine ci spediscono tranquillamente nel suo ufficio lasciandoci libertà assoluta di spostare sedie, luci…insomma di fare ciò che ci pare per preparare al meglio la strumentazione. Come non vedere il muro tappezzato di dischi d’oro, le foto con gente famosissima…il tapiro!

Ed infine arriva lei: perfettamente truccata e di nero vestita; è un fiume di parole e parolacce. Entra nel suo ufficio e io temo di averla fatta incazzare dal momento che abbiamo spostato un po’ di cose, invece Mara non se ne cura minimamente, ci racconta della sua giornata e mi offre anche un bacino portafortuna. Non ci sono parole per restituire il senso di normalità che trasmette, come se, la popolarità fosse una grande bolla di sapone. E’ chiaro che lei non si senta affatto VIP.
Si accomoda tranquillamente al posto assegnatole e si mette a nostra disposizione.

Da fuori si percepiscono dei rumori: sono arrivati The Bastard Sons of Dioniso a mangiare le lasagne cucinate dal signor Salerno.
A fine intervista mi fa vedere il tapiro

per il botox lì, che cazzo!

e poi ride.

Blog Tivvù ringrazia la signora Maionchi ed il suo gentilissimo staff, non soltanto per averci concesso questa intervista ma, soprattutto, per il modo in cui si sono interfacciati a noi.

Intervista a MARA MAIONCHI su Blog Tivvù! from blog tivvù on Vimeo.

COMMENTI